Cutrone, permanenza in bilico: la Fiorentina lo vorrebbe spingere al Genoa

Cutrone, permanenza in bilico: la Fiorentina lo vorrebbe spingere al Genoa

La Fiorentina sta cercando la formula giusta per il trasferimento di Cutrone in Liguria

di Redazione VN
Cutrone

La permanenza di Patrick Cutrone alla Fiorentina è tutt’altro che certa. Come scrive La Nazione, il club viola starebbe cercando la formula giusta per arrivare a spingere nella direzione del passaggio del giocatore al Genoa. Le due società (sotto la supervisione del Wolverhampton che aspetta a giugno i soldi del riscatto) stanno parlando. E qui i riflettori tornano su Piatek che l’Hertha Berlino sembra tenere in stand-by proprio in attesa degli scenari che si verranno a creare a Firenze.
->TUTTE LE NEWS DI MERCATO SULLA FIORENTINA

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

    Il problema, a mio parere, non è se mandare Cutrone a Genova e liberarsene a favore di un’altra punta. Il problema ha delle radici più profonde che vanno ricercate nella conduzione tecnica della squadra. Pur con tutto il bene possibile che si possa volere al simpatico Barone non ha nessuna esperienza di “calcio che conta”, può, e sarà senza dubbio, un ottimo amministratore ma mi sembra di rivedere la figura di Cognini che voleva interessarsi della parte tecnica mentre le sue competenze erano i bilanci. Barone riveste un p’ questa figura con il vantaggio di avere a disposizione dei soldi da spendere, essere più simpatico ed avere la completa fiducia di Rocco (I Della Valle fingevano di fidarsi di Cognini, Diego, per carattere NON SI FIDA DI NESSUNO, NEMMENO DI ANDREA!). Poi abbiamo Pradè che come capacità è al livello di Corvino, riesce, come il pugliese, ad accatastare sbagli su sbagli indovinando ogni tanto un giocatore ma, in quanto a programmazione e conoscenza del mercato, è a zero. Infine abbiamo Iachini che tutti vorrebbero come Vicino di casa perché è una persona eccezionale ma in quanto a GIOCO DEL CALCIO lui è l’anticristo della situazione. In questa situazione Rocco si trova a spendere, ritrovarsi un monte ingaggi da squadra importante senza, purtroppo, averne i risultati.
    Vero tutto. Che bisogna fare lo stadio, che c’è il FPF, che gli stadi sono chiusi, che gli sponsor latitano. Sono tutte giustificazioni ma diverse squadre sanno fare calcio anche in queste condizioni perché hanno gli uomini giusti nel posto giusto.
    Un esempio. Guardate i nomi dei giocatori che compra Sartori, sfido tutti a dire “io lo conoscevo”, poi guardate i nimi dei giocatori che compra Pradè, sfido tutti a dire ” Lo conoscevo anche io”.
    Rocco, lo dico sempre ha due difetti. Avere troppo entusiasmo e trasmetterlo male e non aver saputo scegliere gli uomini della conduzione tecnica.
    Riguardo a Cutrone, a mio parere, non ne abbiamo bisogno e non abbiamo nemmeno bisogno di un’altra punta perché quella che serve a noi costa troppo e quindi stiamo con Vlahovic e Kouamé.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Trombajappe - 2 settimane fa

      No. Proprio no. La tua disamina fa acqua da tutte le parti. 1) Barone e Cognigni non hanno nulla a che spartire. Barone parla chiaro, ci mette la faccia e ad oggi accordi sottobanco non ne ha fatti. Il contrario di Cognigni. 2) Pradè ha raggiunto gli stessi risultati di Corvino nella metà del tempo. Conta i quarti posti. 3) Basta con sto Sartori. l’Atalanta è ai vertici da 3 anni e passa. A pari offerte non viene nessuno alla Fiorentina. E questo è il risultato della scellerata gestione Cognigni/Della Valle/Corvino degli ultimi 4 anni. Poi al solito ve l’aggiustate come vi pare per raccattare un po’di consenso ma il ragionamento non torna proprio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

        Se lo dici tu, c’è da crederci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Trombajappe - 2 settimane fa

          Ecco la risposta acidina che mi aspettavo. Chiaramente non rispondi ne argomenti perché al solito spari a caso e poi se uno ti risponde meglio far finta di nulla. Vabbè, continua così, tanto ti prendi già abbastanza infamate dal resto degli utenti mi pare. Saluti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MASSIMO DUBAI - 2 settimane fa

    COME SI FA A PRENDERE UN GIOCATORE GIOVANE PROMETTENTE COME CUTRONE A GENNAIO E SCARICARLO DOPO 6 MESI. MI SEMBRA DAVVERO CHE CI SIA LA FRENESIA DELL’ATTACCANTE NUOVO. PIATEK NON CI INCREMENTA IL NUMERO DI GOAL.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 2 settimane fa

      Dovresti chiederlo a Pradè o, perlomeno, qualche giornalista dovrebbe farlo. Non sarebbe comunque un record pensando all’AFFARE Pedro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Sblinda - 2 settimane fa

    Ragazzi, tutte le attenuanti del mondo, ma lo scorso anno oltre alla mediana abbiamo avuto problemi enormi in attacco. La mediana è stata sistemata, bene o male si vedrà. In attacco nulla è cambiato, quindi occorre fare dei cambi. Serve un attaccante e uno tra Cutrone e Vlahovic deve andare in prestito. Hanno valutato che forse il giovane da valorizzare lo hai a casa, l’altro costa molto e probabilmente non sono completamente convinti della spesa.
    Ci sta. Rimanere così davanti sarebbe da pazzi, manca completamente esperienza se non gioca Ribery.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Valter - 2 settimane fa

    Allora resta, visto che hanno preso l’andazzo di scrivere a caso..
    È piuttosto triste che il giornale della tua città, che dovrebbe sostenere la squadra della tua città da tutte le fake quotidiane, si è lasciato coinvolgere nel teatrino giornaliero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Pepitor49 - 2 settimane fa

    circa 10 partite giocate in maglia viola (944 minuti tra campionato e coppa italia) 5 gol e 2 assist. Non mi sembrano numeri cosi scandalosi e non mi pare che abbia fatti cosi male. Contando che il ragazzo ha avuto anche il covid ed immagino sia stato più difficile per lui ripartire rispetto agli altri. Boh io tutta questa voglia di cederlo non la capisco. Per prendere un’altra scommessa quale Piatek tra l’altro.
    L’attacco è l’unico reparto apposto, l’investimento va fatto su torreira

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 2 settimane fa

      Concordo, se fai lo stesso calcolo su Piatek al netto dei gol su rigore il confronto è impietoso. Poi per me non ha senso un giocatore che avresti preso a gennaio, italiano, per di più U21.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Lallero - 2 settimane fa

      Certo l’investimento va fatto con Torreira ma l’unico che non lo capisce è Prade. Incredibile, mi fa impazzire questa cosa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Barsineee - 2 settimane fa

    Di allenatori bravi ne è piena l’Italia e l’Europa, come di giocatori bravi. Bisogna avere le capacità e i soldi per andarli a prendere. Per adesso continuiamo a vedere una confusione pazzesca e soprattutto una mancanza di pianificazione terribile. Per adesso Pradé e Barone hanno quasi raddoppiato il monte ingaggi e non hanno fatto fare un salto epocale al livello della squadra nel suo complesso. Il problema alla fine sarà sempre Iachini il quale nella su formazione vorrebbe 11 portieri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Trombajappe - 2 settimane fa

      Non hai fatto un salto epocale?! Rispetto a Zecknini e Noorgard?! Dalla difesa all’attacco siamo superiori in tutto rispetto a prima, se lo neghi sei chiaramente in malafede. Poi sto discorso del monte ingaggi…ma a te che ti frega?! Di tuo non ci metti manco un euro. Lasciamo stare va, quando uno è contro a priori un c’è nulla da ragionare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. alesquart_3563070 - 2 settimane fa

    Potresti avere ragione, comunque l’allenatore è una scelta del Presidente ( su suggerimento di Pradè?) Se fallisse forse si apriranno finalmente gli occhi. Non è che ci siano tanti bravi allenatori liberi sulla piazza, a parte Spalletti che non verrebbe. Iuric o De Zerbi potevano essere scelte sensate, ma a Firenze si è convinti ancora di essere al livello delle grandi. Invece si deve lavorare ripartendo quasi da zero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. alesquart_3563070 - 2 settimane fa

    Potresti avere ragione, comunque l’allenatore è una scelta del Presidente ( su suggerimento di Pradè?) Se fallisse forse si apriranno finalmente gli occhi. Non è che ci siano tanti bravi allenatori liberi sulla piazza, a parte Spalletti che non verrebbe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Trombajappe - 2 settimane fa

      Rocco è un passionale ma ancora troppo inesperto calcisticamente parlando. Auguriamoci di non dover pagare la scelta con un altro anno buttato via. Personalmente ho il massimo della simpatia per Iachini ma i limiti sono troppo evidenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Trombajappe - 2 settimane fa

    Cambio totalmente inutile. Se è vero che lo vogliono fare su richiesta di Iachini ennesima prova dell’inadeguatezza del nostro allenatore. La squadra andrebbe anche bene così com’è ma ci vuole una parvenza di gioco e idee per far rendere al meglio i giocatori a disposizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy