Chiesa e Sottil, via ai rinnovi. Ingaggio di Federico simile a quello di Ribery

Chiesa e Sottil, via ai rinnovi. Ingaggio di Federico simile a quello di Ribery

Chiesa dovrebbe prolungare fino al 2023 con opzione per il 2024

di Redazione VN

C’è il contratto di Federico Chiesa fra gli appunti in agenda (appunti importanti) della Fiorentina. Ma ci sono anche le posizioni da rivedere e da aggiornare, relative ai giovani in rosa sui quali il club viola viole inquadrare il futuro. Sottil, ad esempio, potrebbe essere una delle prossime mosse della società, mentre per Ranieri, le novità arriveranno dal mercato con il giocatore pronto ad affrontare un’esperienza in serie B. Il Pordenone ha chiesto alla Fiorentina il prestito. Ma torniamo a Chiesa. Ad affari d’inverno in corso o al massimo nel mese di febbraio, la società gli metterà sul piatto quanto promesso da Commisso e Barone nel corso degli ultimi incontri. L’accordo in scadenza nel giugno 2022 si spingerà al 2023 con opzione sulla stagione successiva (2024), mentre l’ingaggio andrà ad affiancare quello di Ribery: 4 milioni all’anno. Lo scrive La Nazione.

Badelj può partire, piacciono Meitè e Duncan. Bonifazi tentato dall’Atalanta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy