Che Fiorentina sarebbe stata! Centrocampo da trecento milioni, un gatto in porta e il ‘Gallo’ davanti

Che Fiorentina sarebbe stata! Centrocampo da trecento milioni, un gatto in porta e il ‘Gallo’ davanti

Nell’era Della Valle tanti giocatori hanno sfiorato realmente – e molto da vicino – la Fiorentina. Tra i calciatori attualmente in attività, quali avrebbero composto una ‘Viola’ da sogno? Ecco la formazione, per una squadra per veri sognatori

Premessa: è un gioco, non volto a creare polemiche.

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

ALISSON BECKER

Davvero. Il portiere della Roma, attualmente tra i più in voga nel suo ruolo per prestazioni ed esplosione, è stato vicino alla Fiorentina. Non vicinissimo, ma comunque in orbita viola. Era l’estate del 2015, in maglia gigliata Tatarusanu si apprestava a prendere i guantoni da titolare. Non solo, poiché quando i giallorossi lo hanno acquistato, nel 2016 Alisson è stato accostato, in prestito, al ‘Franchi’. La porta sarebbe stata in mani sicure. Si vocifera di un Liverpool pronto a sborsare sessantadue milioni di sterline.

EMANUEL MAMMANA

Il fantomatico viaggio di Angeloni in Sudamerica si concluse con la sudata uscita di Pradè dalla sede del calciomercato con in serbo l’arrivo di Benalouane. Nel mezzo, il fallimento della trattativa con il River Plate per Mammana, uno dei maggiori prospetti all’epoca nel suo ruolo. Il Presidente della società argentina definì “una pagliacciata” la trattativa impostata dai viola, che giocarono al ribasso: servivano dieci milioni di euro, l’accordo si trovò per nove ma, alla fine, i toscani volevano chiudere per tre. E l’affare saltò, privando Sousa di un elemento che, probabilmente, avrebbe potuto cambiare l’inerzia del reparto. Il Lione lo ha rivenduto allo Zenit San Pietroburgo, l’estate scorsa, previo pagamento di sedici milioni di euro più il 20% di una futura plusvalenza.

JAVIER MASCHERANO

“Gli proponemmo (a Corvino, ndr) – racconta l’intermediario Bernardo Brovarone – l’operazione Mascherano, ricordo che usai il termine ‘campione’, e fui subito stoppato: ‘No fermati un attimo, questo non è un campione, è un buon giocatore ma non un campione…’. Ricordo perfettamente pure la mia risposta: ‘Se si inizia così siamo messi di nulla direttore…’. Ma questo dettaglio lo racconto solo perché era la prima volta che parlai del ragazzo si prendeva a otto milioni“. Poi, anni dopo, con Pradè e Macìa, ci fu una nuova occasione. Era tutto fatto: il lavoro ai fianchi aveva praticamente portato la Fiorentina a definirne l’acquisto. Poi il Presidente gigliato fece saltare l’affare, “non economicamente sostenibile”.

LISANDRO LOPEZ

Nell’ultima sessione di calciomercato è passato all’Inter. Diritto di riscatto fissato a nove milioni di euro. La Fiorentina non riuscì a prenderlo a più riprese, tra i 2015 e il 2016. Su di lui cadono i minori rimpianti: Pezzella, in fondo, non è poi così male. Ma forse, prima, con Sousa, avrebbe fatto molto comodo.

ARTURO VIDAL

“Ricordo quando feci venire Vidal alle 7.30 del mattino a casa mia per chiudere l’accordo, con mia moglie che preparava il caffè. Saltò tutto all’ultimo momento e qualche anno dopo rividi il suo agente che mi disse: ‘Ho un pacco di Arturo per te’. C’era dentro una sua maglia del Bayern Monaco con su scritto: ‘A quel coglione di Corvino che non mi ha comperato’”, ha raccontato l’attuale dirigente viola. Il resto è storia. Pensare che i tedeschi lo hanno pagato quaranta milioni di euro.

MARCO VERRATTI

Tutto in una notte. “È stato il primo giocatore – ha raccontato Daniele Pradè – che abbiamo cercato: abbiamo trattato una notte intera con Delli Carri, Direttore Sportivo del Pescara. Poi però è arrivato il Paris Saint-Germain…”. La Fiorentina non perse le speranze, riprovandoci anche l’anno dopo, incontrando Donato Di Campli, l’agente del centrocampista, che confermò la trattativa. Sarebbe stato l’alter ego di Pizarro, nel ciclo montelliano avrebbe calzato da Dio. Verratti è stato gigliato, almeno per qualche buia ora. Valore attuale: indecifrabile.

LUCAS TORREIRA

“Mi dissero che era troppo piccolo”, ha raccontato l’ex Team Manager della Fiorentina Vincenzo Guerini. Giocava nel Pescara, tre stagioni fa, e interessava anche alla Sampdoria. E si è visto: un milione e mezzo di euro, con i viola che possono solo vivere di rimpianti. Adesso Lucas Torreira ne vale quasi cinquanta.

SERGEJ MILINKOVIC-SAVIC

Storia recente. E dolorosa, viste le offerte intorno ai centottanta milioni di euro che potrebbero essere recapitati alla Lazio per il cartellino del serbo. Era tutto fatto, Sousa lo aveva convinto, deciso a formare una mediana con lui e Mario Suarez. Arrivato in sede, uscì tra le lacrime, senza aver firmato, diretto verso Roma. Il giallo sulla trattativa non si esaurirà mai: Lotito ne rivendica la totale paternità, le nubi sulla gestione apocalittica non sono destinate a scomparire. Inspiegabile.

DENNIS PRAET

Uno dei talenti della Sampdoria dalla linea verde. Lo vorrebbe la Juventus, come ha ammesso il belga. La Fiorentina giocò al ribasso con l’Anderlecht, i blucerchiati andarono diretti al bersaglio, forti anche dell’introito derivato dalla cessione di Fernando – altro obiettivo scippato – allo Shakhtar Donetsk. Questo e il prossimo saranno gli anni della consacrazione: plusvalenza pronta per Pradè.

LAUTARO MARTÍNEZ

Chi? L’attaccante per il quale l’Inter ha appena speso circa venti milioni di euro. Corvino è stato tra i primi a visionare il classe ’97 – anche di persona – tra le fila del Racing de Avellaneda. Pure a dicembre il dirigente viola è volato in Sudamerica per provare a strapparlo. I gigliati potevano acquistarlo per nove milioni, successivamente sono subentrate potenze economiche, con i nerazzurri che hanno battuto la concorrenza dell’Atletico Madrid. E Martinez, tripletta tre giorni fa all’esordio in Copa Libertadores, punta il Mondiale, provando a rubare il posto a Icardi.

ANDREA BELOTTI

Proposi Belotti quando costava novecentomila euro. Mi risero in faccia“: ancora la parola dell’ex Team Manager della Fiorentina Vincenzo Guerini. Ogni commento sarebbe superfluo. E vien da sorridere, realmente, adesso. Una clausola da cento milioni di euro lo lega al Torino.

LA FORMAZIONE

Valutati questi nomi, ne sarebbe uscita una squadra niente male. Un 3-4-1-2 con una difesa solida, un centrocampo stellare e un attacco di finalizzatori. Allenatore, naturalmente, quell’Eusebio Di Francesco sfumato prima dell’arrivo di Stefano Pioli.

L’ipotetica formazione
L’ipotetica formazione
24 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. pamarell_193 - 3 anni fa

    Diverse imprecisioni: Mario Suarez fu preso perché saltò Milinkovic. Lautaro Martinez non è sfumato per le super potenze economiche, ma perché Corvino aveva paura di spendere tanto per un giocatore rotto. Per Mammana non c’è stata alcuna offerta da tre milioni. C’era l’accordo per 8 coi bonus, poi chiamò Diego e ordinò ad Angeloni di lasciare a qualunque cifra, quando Cognigni lo avvisò. Ma la barzelletta delle barzellette è BROVARONE con Mascherano! Qualcuno mi dica, in 20 di presenza, quale giocatore di serie a abbia mai piazzato BROVARONE… Che se non avesse rendite di famiglia, col calcio sarebbe morto di stenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ariete - 3 anni fa

    E Sala?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. woyzeck - 3 anni fa

    L’incapacità ormai leggendaria di questa società, in particolare nelle titaniche figure di Cognigni e Corvino, uomini di fiducia dei due Reali proprietari, è ormai fin troppo lampante, praticamente esilarante… penso invece a quei geni (alcuni dei quali continuano ad imperversare qui sotto con le loro boiate stereotipate e i loro non ragionamenti….) che dicevano: Mammana chi?! o Mikinkovic Savic chi?! E altre amenità del genere… Bravi, continuate così! Avanti, imperterriti, senza smentirvi mai!….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bitterbirds - 3 anni fa

      è un’abitudine tipica della bizzarra fauna che circola attorno al ruzzolapalla secondo la quale esiste solo la demenziale venerazione della propria maglia a prescindere dai protagonisti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 3 anni fa

    Questi Pestuggia boys non finiscono mai di stupire! Bravi, bell’articolo sul tipo se la mi’ nonna avea le rote……….. Una confidenza….. siete più bravi sulle wag e sul meteo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sblinda - 3 anni fa

    Senza andare troppo lontani dalla realtà, potevamo avere senza troppi problemi una formazione con Sportiello; Savic Pezzella Astori; Cuadrado, Borja Valero, Vecino, Veretout, Alonso; Salah, Chiesa.
    Dato che i soldi guadagnati non sono mai stati reinvestiti a modo, tanto valeva tenersi i giocatori che avevamo.
    Forza viola!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Via (mai una) Gioja - 3 anni fa

    Gallo davanti e… dietro tutti quanti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Via (mai una) Gioja - 3 anni fa

    Tipico articolo aizzapopolino… #
    Tra vedere… trattare… e chiudere per un giocatore dai quanto ce ne passa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Popeye FVS - 3 anni fa

    Quante donne c’avrei coi capelli di Frey!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-13664476 - 3 anni fa

    the life is Now and is very hard
    Con i se ed i ma non si costruisce nulla quindi costringete

    i Dv a dire se vogliono restare o vendere!!@@

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. damci - 3 anni fa

    la precisazione,circa la non volontà di fare polemica, mi fa sorridere.Per il resto che dici sono d’accordo su tutto,un po’ meno sulla buona lettura,ma d’ora in avanti ci penserò

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giacomo Brunetti - 3 anni fa

      Sono punti di vista. Mi dispiace che trapeli la volontà di far polemica. La precisazione è stata fatta proprio per evitare spiacevoli casi, come questo. Spero possa apprezzare comunque il nostro lavoro, che esula da una semplice formazioni di obiettivi sfumati.

      Buona giornata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. damci - 3 anni fa

    brunetti non so chi tu sia,ma vedo che non perdi occasione per vuote polemiche tese ad aumentare il casino.I latini direbbero “cui prodest”,a me sembra che ti piaccia ballare sui tuoi coglioni,se consideri che probabilmente questa è la tua attività e vorrò vedere cosa e per chi commenterai,quando e se avrai indotto i tuoi lettori ad abbandonare la viola ed a togliere ogni fiducia alla società che la guida

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giacomo Brunetti - 3 anni fa

      Specifico, all’inizio del pezzo, che non si tratta di un qualcosa volto a polemizzare. Anzi. In nessun momento c’è una nota di polemica, bensì il racconto di trattative e di retroscena. La Fiorentina ha saputo acquistare anche tanti talenti veri: si possono fare formazioni con ‘bidoni’ sfiorati, giocatori presi non all’altezza, calciatori talentuosi lasciati scappare oppure, ancora, giocatori forti e tesserati.

      Non c’è nessuna vena di polemica. Poi, se la si vuol far sul niente, è un altro discorso.

      Cordiali saluti e buona lettura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ghibellino viola - 3 anni fa

    Ogni estate a sentire i siti sono accostati alla Fiorentina almeno 500 giocatori. Che dopo qualche anno ve ne siano una cinquantina buoni mi sembra ovvio. Questo è un esercizio inutile. Serve solo a rinfocolare la polemica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bitterbirds - 3 anni fa

      esatto, serve a rinfocolare la polemica. fare finta di nulla e tacere serve solo a voi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giambo - 3 anni fa

        Che bello. Facciamo polemica a caso, senza motivo, solo per il gusto di vedere esagitati scannarsi verbalmente (si spera!) per un gioco…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bitterbirds - 3 anni fa

          senza motivo lo dici tu, se solo contassero i risultati, le azioni, gli errori anzichè le chiacchere sgrammaticate certa gente andrebbe rimandata alle prode anzichè guadagnare milioni. a chi darebbe fastidio la critica se non a chi c’ha la coda di paglia ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-2073653 - 3 anni fa

    Evviva il fiuto leggendario del Mago di Vernole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giambo - 3 anni fa

      Lo sai che molti di questi giocatori sono stati accostati alla Fiorentina quando c’era ancora Pradè, vero?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. woyzeck - 3 anni fa

        E tu lo sai che non è stato Pradè (praticamente esautorato) a non volerli prendere ma il genio messo a capo della società da Sua Maestà, vero?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. bitterbirds - 3 anni fa

    il commento del sensale su mascherano la dice tutta in che mani siamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Giambo - 3 anni fa

    Se mio nonno aveva le ruote era un carretto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Violanellevene - 3 anni fa

    Io una volta sono stato sul punto di andare a letto con Shakira, eravamo sullo stesso aereo… Ma dai ma che roba è questa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy