A. Canovi: “Vicenda Kalinic? L’agente deve assecondare e non obbligare”

“Il procuratore deve fare di tutto affinché il suo cliente sia felice”

di Redazione VN

Il procuratore sportivo Alessandro Canovi è tornato a parlare della vicenda di mercato sviluppatasi nelle scorse settimane attorno a Nikola Kalinic. Queste le sue parole a tuttomercatoweb: “Noi agenti dobbiamo assecondare i desideri dei nostri assistiti. Io credo che l’agente debba assecondare e non obbligare. Il procuratore deve fare di tutto affinché il suo cliente sia felice”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. G.A unico10 - 4 anni fa

    e la proprietà dovrebbe CONVINCERE e INVESTIRE

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy