Under 21, Di Biagio: “Crederci è d’obbligo. Non facciamo calcoli”

Under 21, Di Biagio: “Crederci è d’obbligo. Non facciamo calcoli”

Il c.t. carica gli azzurrini in vista del match contro il Belgio: “Se non andremo in finale o non ci qualificheremo per le Olimpiadi non avremo fatto un buon lavoro. Non dobbiamo pensare a Spagna-Polonia”

di Redazione VN

Crediamoci. Sui social, i ragazzi azzurri lanciano questo messaggio. E Gigi Di Biagio non può che confermare: “Come facciamo a non crederci? È obbligatorio. Il morale oggi è buono, domani sarà al massimo. Pensiamo a vincere domani. Io metterei la firma a giocare come contro la Polonia”. Il c.t. dell’Under 21 sa che dal risultato – più che dal giocare bene, o dai 31 tiri nel k.o. contro la Polonia – dipenderà il giudizio su di lui e sulla sua squadra: “Se non andiamo in finale o alle Olimpiadi, non avremo fatto un buon lavoro – ammette il c.t. – anche se io so il valore di questo Europeo, e vedendo le partite adesso si accorgono anche gli altri che vincerlo non è facile. Il mio futuro? Quello che succederà il 1° luglio è indipendente dal fatto che vincerò o non vincerò”. IL PUNTO SUGLI EUROPEI UNDER 21

Dall’Inghilterra: c’è la fila per Arnautovic. Interessata anche la Fiorentina

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy