Tutela Franchi, il nipote di Nervi si rivolge al Parlamento europeo

Presentata un’istanza alla commissione petizioni per presunta violazione dei Diritto Ue, dopo il via libera al restyling

di Redazione VN
Franchi

La mobilitazione per salvare lo stadio Artemio Franchi di Firenze approda in Europa. Marco Nervi, nipote dell’architetto Pier Luigi, che tra il 1929 e il 1932 realizzò l’opera, si è rivolto alla commissione petizioni del Parlamento europeo. Lo riporta l’Ansa che cita un’istanza sulla presunta violazione di Diritto Ue a nome del ‘Pier Luigi Nervi Research e Knowledge Management Project’, perché nonostante l’edificio sia stato dichiarato di interesse culturale, rischia di essere alterato, in virtù di una legge approvata di recente. La rappresentante della Dg Istruzione e Cultura della Commissione europea, Catherine Magnant, ha risposto che l’Ue “non ha competenza diretta o indiretta sulla conservazione o la promozione del patrimonio culturale, che è primariamente responsabilità nazionale”. La presidente della Commissione per le petizioni, Dolors Montserrat, ha infine deciso di tenere aperta la discussione e inviarla per informazione alla Commissione Cultura.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ilRegistrato - 1 mese fa

    In fondo mi pare coerente, se il Franchi e’ davvero un’opera d’arte non si dovrebbe toccare niente. Questa e’ una delle argomentazioni per cui non fecero fare la copertura ai tempi della ristrutturazione di Italia ’90 (oltre trent’anni di pioggia allo stadio mentre il resto d’Italia guardava la partita ben protetto dalle intemperie, grazie mille sindaco Morales). Il problema e’ piu’ Nardella che altro. Se si vuole fare un impianto moderno e’ necessario ristrutturare molto pesantemente lo stadio il che comprende anche delle demolizioni che e’ cio’ che chiedeva Commisso. Se non si puo’ ristrutturare a quel livello si rischia di scontentare tutti, rovinare un’opera d’arte per avere un impianto vecchio e disfunzionale. Nardella, Giani, e i baristi e ristoratori del quartiere 2 stanno scegliendo una strada veramente ridicola. Bene fa Rocco Commisso a non mettere soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SoloViola - 1 mese fa

    Adesso è sicuro e imminente il ricorso al TAR di questi piantagrane… così altri 2 anni bloccati, come l’aeroporto di Firenze…. Andiamo a fare lo stadio nuovo, Rocco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SoloViola - 1 mese fa

    Nardella e Pierguidi dovrebbero aver ormai capito che rifare il Franchi non sarà mai possibile, tra ricorsi al TAR, all’Europa, Fondazioni Nervi (tanto le nuove Curve attaccate al campo non le vogliono), vincoli di altezza, ecc…. ma quando la smettono??
    Così finalmente Commisso può preparare il progetto per un nuovo stadio a Campi o al limite anche al Parco dei Renai a Signa, in caso di problemi aeroportuali… dove i rispettivi sindaci lo aspettano a braccia aperte. in tanti ettari liberi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Up The Violets - 1 mese fa

    ” La rappresentante della Dg Istruzione e Cultura della Commissione europea, Catherine Magnant, ha risposto che l’Ue “non ha competenza diretta o indiretta sulla conservazione o la promozione del patrimonio culturale, che è primariamente responsabilità nazionale”. ”

    Quindi, in sostanza, gli hanno risposto “AscoRta, noi con codeste ca***te un ci s’entra nulla, se il tuo governo ha deciso così, ti ciucci la decisione e zitto”: beh, direi una figura di quelle belle, bravo ciccio, ben fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CIRANO - 1 mese fa

    Si guarda, con tutto il casino COVID il parlamento europeo non vede l’ora di occuparsi del Franchi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Horsenoname - 1 mese fa

    Vabbè lui aspetta che si riduca come i resti del nonno , ma c’è ancora chi ascolta questi paranoici ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniel Sempere - 1 mese fa

    Nervi è nervoso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. lampredotto - 1 mese fa

    io glielo farei mantenere a lui e Pessina! Obbligati per legge!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. l.petriol_9955172 - 1 mese fa

    Cioè, fatemi capire bene, al nipote di Nervi non andrebbe bene nemmeno il Restyling che segue le direttive MiBACT..?? Lui pretenderebbe che lo stadio rimanesse intoccato, non coperto, non adeguato alle normative Uefa..?? ed in più pretenderebbe che ci giocasse anche la Fiorentina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. bianco - 1 mese fa

    Ci sarebbe anche l’ONU poveri annoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. i'campigiano - 1 mese fa

    Io proverei anche in Vaticano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Unsenepoppiu - 1 mese fa

    Che Nervi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy