Torino-Fiorentina, torna il gemellaggio solidale per l’integrazione delle persone con sindrome di Down

Torino-Fiorentina, torna il gemellaggio solidale per l’integrazione delle persone con sindrome di Down

All’Olimpico di Torino, prima dell’incontro di campionato, i volontari delle associazioni Trisomia 21 Firenze, Air Down e Cepim Torino, insieme a ragazzi e ragazze con sindrome di Down, accoglieranno i tifosi allo stadio raccogliendo offerte spontanee

di Redazione VN

Per il terzo anno consecutivo, grazie alla collaborazione con il Torino FC, domenica 2 ottobre si giocherà anche la partita dell’integrazione, per l’inclusione sociale delle persone con sindrome di Down.
All’Olimpico di Torino, prima dell’incontro di campionato, i volontari delle associazioni Trisomia 21 Firenze, Air Down e Cepim Torino, insieme a ragazzi e ragazze con sindrome di Down, accoglieranno i tifosi allo stadio raccogliendo offerte spontanee. Ai tifosi sarà distribuito, in segno di ringraziamento, un braccialettino in silicone di colore viola e granata, simbolo del “gemellaggio solidale” che unisce i due Club da tre anni a questa parte e che nell’ultima stagione sportiva ha permesso di raccogliere oltre diecimila euro.
I fondi raccolti serviranno a sostenere progetti di autonomia, per migliorare la qualità della vita delle persone con sindrome di Down, ma anche a combattere il pregiudizio e la discriminazione, per una “reale” inclusione nella società civile di chi è affetto da questa sindrome.
La medesima iniziativa andrà in scena il 26 febbraio a Firenze in occasione della gara di ritorno che vedrà di nuovo l’abbraccio tra le tifoserie viola e granata. Lo riporta violachannel.tv.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy