Tavecchio: “Sono responsabile ma non mi dimetto. Tutta colpa di Ventura”

“Non dormo da quattro giorni, non mi capacito ancora. Italiani, abbiate pazienza: soffro insieme a tutti voi”

di Redazione VN

Dopo l’assaggio dei giorni scorsi, vi proponiamo l’intervista integrale realizzata da Le Iene al presidente della Figc Carlo Tavecchio: “Sono molto stanco, sia nel fisico che nella mente. Pensavo che la Svezia non fosse un avversario così impossibile, specialmente con gli 80.000 di San Siro. Però è assurdo mettere due nazioni campioni del mondo nello stesso girone, perché poi una di queste rischia di rimanerne fuori. Ventura: perché tutti quei cross contro gente alta uno e novanta? Con i più rapidi tenuti in panchina. La disfatta è solo tecnica e la colpa è tutta di Ventura.

Come si fa a lasciare fuori Insigne? A Milano ci sono più di 100.000 napoletani, pensavo che questo bastasse a convincere il ct. Io però non ho voce in capitolo, non potevo metterci bocca. All’inizio il mio nome era quello di Donadoni. Poi però il presidente Saputo si è opposto. Poi pensavo a Montella e De Biasi ma non è facile liberarsi da contratti milionari. Cairo mi ha consigliato Ventura e gli ho dato carta bianca su tutto. Mi sento responsabile, ma non andrò via, non mi dimetterò. Domani presenterò il mio progetto e vedrò se ho ancora la fiducia che mi serve. Non dormo da quattro giorni, non mi capacito ancora. Italiani, abbiate pazienza: soffro insieme a tutti voi”.

Violanews consiglia

Tavecchio in bilico: decisiva la Lega Dilettanti. Ma il presidente può rovesciare il tavolo

Malagò: “Mi auguro che Tavecchio si presenterà dimissionario” (VIDEO)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Chianti - 3 anni fa

    Era chiaro, non ha la dignità di dimettersi ed in più scarica tutta la colpa su Ventura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 3 anni fa

    Pazzesco. Già scaricare tutto addosso a Ventura da la dimensione del personaggio Tavecchio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy