Tare dopo Milan-Lazio: “Temevamo un trattamento del genere…”

Le parole del DS della Lazio a Sky Sport

di Redazione VN

Ci è andato giù pesante Igli Tare dopo le vicende arbitrali di Milan-Lazio: due rigori fischiati per i rossoneri nel giro di un minuto effettivo – uno revocato dal VAR e l’altro realizzato da Kessié – e uno negato a Milinkovic in pieno recupero. Ecco le sue considerazioni a caldo:

Siamo in credito con le decisioni arbitrali dall’anno scorso, e quest’anno continuiamo. Le partite andrebbero decise sul campo, quella di stasera è la cronaca di una morte annunciata… Purtroppo, dopo l’episodio che hanno subito loro a Torino (mano di Alex Sandro, ndr) ci aspettavamo un trattamento del genere. Incredibile che anche nell’assegnare il primo dei due rigori al Milan non ci siano state esitazioni, mentre sull’episodio di Milinkovic non è neanche venuto il dubbio…  Fischiare due rigori in 30 secondi penso sia un record nel calcio italiano. Ritengo Rocchi il miglior arbitro italiano, per questo mi aspettavo delle valutazioni con un po’ più di freddezza. Rispettiamo le decisioni dell’arbitro, ma mi aspettavo che concedesse il rigore; manca un’ammonizione su una simulazione di Piatek e non c’era quella di Luis Alberto che salta la prossima gara.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy