Surreale a Pescara, giocatore picchia tifoso e lo manda all’ospedale

Surreale a Pescara, giocatore picchia tifoso e lo manda all’ospedale

Il Delfino deve conquistarsi la permanenza in Cadetteria

di Redazione VN
Bruno

Non è un momento facile per il Pescara, che domani giocherà contro il Perugia il match di ritorno dei playout di Serie B [CLICCA]. Alessandro Bruno, tesserato degli abruzzesi, è stato protagonista di un episodio di violenza ai danni di un sostenitore biancazzurro reo di averlo insultato. Ecco i fatti:

Tutto è avvenuto ieri mattina, 12 agosto. In base alla ricostruzione fornita dal tifoso, Bruno stava con la sua auto sul lungomare nord. Quando il giovane lo ha visto lo ha insultato, visto pure che oltre ad essere centrocampista degli abruzzesi è anche il genero del presidente del Pescara Sebastiani. A quel punto Bruno sarebbe sceso dalla macchina e avrebbe colpito il tifoso con due pugni al volto ed un forte schiaffo alla nuca, mandandogli in pezzi gli occhiali da sole. “Stavo andando da mia nonna – ha raccontato L.B. al Centro di Pescara – ero sul marciapiede quando ho visto Bruno alla guida della sua Porsche nera. Mi è salito il nervoso e l’ho insultato. Lui allora ha inchiodato, è ripartito e ha girato l’angolo. Nel frattempo avevo attraversato la strada, ma non ho fatto in tempo a mettere il piede sul marciapiede che Bruno mi ha colpito sul viso con un pugno, poi mi ha dato uno schiaffo dietro alla testa e infine un altro pugno sempre sullo stesso punto. Sono rimasto incredulo e stordito, non sono un tipo che cerca guai. Frequento lo stadio, ma prima d’ora non mi ero mai permesso di insultare nessuno”. In un primo momento il ragazzo si è limitato ad andare a casa, poi ha iniziato ad avere giramenti di testa ed un gonfiore al labbro e si è recato al pronto soccorso dell’ospedale di Pescara. Il tifoso, che ha già detto che sporgerà denuncia, ha riportato una policontusione nell’arcata zigomatica sinistra. Bruno, che invece non ha voluto commentare la vicenda, dovrà restare concentrato sul campo almeno fino a domani sera. (gazzetta.it)

TUTTE LE ULTIME SULLA SERIE B SONO SU NUMERICALCIO

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CippoViola - 1 mese fa

    Ringrazia il cielo che non t’ha investito con la porsche. Quanto a tutti e due non so chi sia meglio se cappuccetto rosso che va dalla nonna o il lupo cattivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. paolohendri_11578369 - 1 mese fa

    Non ho capito ….ma questo vorrebbe empatia ?
    Cioè uno perché è giocatore deve essere infamato mentre gira per strada ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudiog197_3585294 - 1 mese fa

    E ti è anche andata bene che era Alessandro bruno e non Pasquale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dallapadella - 1 mese fa

    Poverino, andava dalla nonnina e si è messo ad insultare (senza motivo) uno che non conosce personalmente… quello giustamente reagisce e adesso il ragazzino vuole denunciare sperando di guadagnarci qualcosa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Il Viola di Gallipoli - 1 mese fa

    Si raccoglie quello che si semina.
    Questo vale sia per il pavido che insulta pensando di cavarsela senza conseguenze, che per chi reagisce con la violenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy