Sentite Mastella: “I Della Valle restano. Chiesa? Anche Antognoni nel calcio di oggi…”

Sentite Mastella: “I Della Valle restano. Chiesa? Anche Antognoni nel calcio di oggi…”

“Andrea ha detto che non vuole lasciare e che hanno puntato sul fair play finanziario, lo sento quotidianamente oramai”

di Redazione VN

Clemente Mastella, sindaco di Benevento, ha parlato ai microfoni di Lady Radio: “Fiorentina-Napoli? La Fiorentina è una squadra giovanile, che vive un po’ di alti e bassi. Il Napoli invece è una squadra più solida, vedremo poi come si comporterà nel continuo della stagione. Della Valle? Andrea ha detto che non vuole lasciare e che hanno puntato sul fair play finanziario, lo sento quotidianamente oramai.

Credo che saranno più presenti con media e tifosi e che resteranno a Firenze anche nei prossimi anni. Chiesa? Venderlo sarebbe un bel sacrificio, non so quanto possa convenire. Sicuramente prenderesti tanti soldi, ma come potresti reinvestirli? La verità è che Antognoni nel calcio di oggi non sarebbe rimasto alla Fiorentina”. INTANTO ACCVC FA CHIAREZZA SULL’INCONTRO CON A. DELLA VALLE

Violanews consiglia

M. Orlando: “Con Muriel è un’altra musica. Della Valle? Vittorio ci metteva amore”

Nardella sul nuovo stadio: “Ottimista, i Della Valle vogliono arrivare in fondo”

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Unsenepoppiu - 5 mesi fa

    E certo che non se ne vanno, hanno trovato la gallina dalle uova d’oro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alan1971 - 5 mesi fa

    Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Kewell - 5 mesi fa

    Si bah… un altro della cricca, cosa pensate vi dicesse?! Io poi però vedo Insigne che a Napoli ci sta, Reus che non ha mai lasciato il Borussia, Di Natale è stato una vita a Udine… insomma se la società vuole e paga il giusto, il giocatore può anche preferire l’affetto della gente a facili trofei

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alan1971 - 5 mesi fa

      A proposito di bandiere che a sentire i fenomeni del sito “non esistono più”, ecco le prime che mi vengono in mente (tralasciando Insigne da te citato, 7 anni al Napoli):

      * Abate = 10 anni al Milan
      * Radu = 11 anni alla Lazio
      * Lulic = 8 anni alla Lazio
      * Chiellini = 14 anni alla Juve
      * De Rossi = sempre stato alla Roma
      * Handanovic = 7 anni all’Inter
      * Pellissier = 17 anni al Chievo
      * Magnanelli = 14 anni al Sassuolo
      * Barzagli = 8 anni alla Juve (quando ci andò nel 2011 ne aveva 30… si era parlato della Fiorentina, e i fenomeni delle radio avevano detto che “era vecchio, bisogna puntare sui giovani”…. da allora ha vinto 7 scudetti, con quest’anno saranno 8….)

      Ovviamente il giovane costa poco niente di ingaggio per la gioia dell’Omo Nero, quando (e se) diventa qualcuno viene venduto all’istante et voilà, il gioco è fatto.
      Tanto, l’importante è partecipare e non alzare la voce, sennò i campioni del mondo del “far play finanziario” e degli “zero trofei in tutta la loro vita” poverini si offendono e fanno i comunicati minacciando di andarsene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Hatuey - 5 mesi fa

        Hai ragione, Abate ha resistito ad offerte milionarie del Real Madrid per rimanere al Milan.
        Scusa ma il discorso non regge, la metà dei giocatori citati è una scartina che nessuno vuole, l’altra metà gioca in una strisciata dove vince o comunque guadagna diversi milioni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alan1971 - 5 mesi fa

          Hai letto la prima parola della prima riga, complimenti. E da quella hai tratto le tue conclusioni.

          Non ti vanno bene le “scartine” come Abate?
          Bene, giocatori come Chiellini e Barzagli o De Rossi e Handanovic, Insigne o Di Natale potevano andare dove volevano, qualche anno fa, e sono rimasti nella squadra dove erano.

          Li hanno pagati? ovvio che li li hanno pagati e li stanno pagando.
          Se vuoi uscire con Belen fai il signore e la porti al ristorante di lusso, altrimenti va con una rumena alla sagra a mangiare bagigi, ma per voi è pure troppo anche quello.

          Però siete pronti a fare “tre” con la manina al Napoli (che fa la Champions tutti gli anni e ti sta avanti di 20 punti) perchè – ovviamente – Firenze è “più meglio” delle altre, visto che hanno quelli che fanno scarpe da lusso, mica quattro cinematografari che pagano i giocatori in biglietti del cinema scaduti.
          Mai visto dei “tifosi” del genere come voi, neanche in C2: almeno lì erano tifosi delle squadre, non delle proprietà. Patetici.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giambo - 5 mesi fa

        Abate sono anni, ANNI, che i tifosi milanisti sperano si levi di torno, e tu parli di bandiera?
        Senza contare che stai parlando per la maggior parte di giocatori delle strisciate, gente che guadagna 5-6 milioni come fossero noccioline, ovvio che non si spostano. Il discorso non regge proprio. Pellisier, Mangnanelli, Lulic e Radu sono giocatori normali, che non si sono mai spostati perché semplicemente nessuna big li avrebbe mai presi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Ghibellino viola - 5 mesi fa

        Tutti fenomeni i tuoi. Metti anche messi almeno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giambo - 5 mesi fa

      Napoli e Borussia possono offrire contratti da 4-5-6 milioni a stagione che la Fiorentina non può offrire, il punto è tutto lì. Se domani arriva il Bayern, la Juventus di turno che offre a Chiesa un contratto da 5-6 milioni netti a stagione, che si fa? Resta a Firenze, a guadagnare un terzo se va bene, perché la città è bella? Di Natale restò tanti anni ad Udine è vero, ma solo perché se fosse andato alla Juventus sarebbe stato solo uno tra tanti, mentre a Udine era un re (in un paese di ciechi, chi ha un occhio solo è fortunato). E non credo che Chiesa quando andrà via sarà ‘solo uno dei tanti’ come lo sarebbe stato Di Natale (buon giocatore, ma non certo un fenomeno).

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy