Nardella sul nuovo stadio: “Ottimista, i Della Valle vogliono arrivare in fondo”

Nardella sul nuovo stadio: “Ottimista, i Della Valle vogliono arrivare in fondo”

Il sindaco di Firenze guarda avanti, e parla dell’utilizzo del Franchi quando verrà costruito il nuovo stadio alla Mercafir

di Redazione VN

Ospite di Toscana Tv, il sindaco di Firenze Dario Nardella ha parlato degli scenari relativi al Franchi e alla costruzione del nuovo stadio:

Il Franchi è un monumento, non possiamo trascurare ciò. Non si può toccare essendo nella lista dei beni culturali. L’ultimo aggiustamento è stato fatto rimuovendo la pista d’atletica per i Mondiali del ’90. Quando ci sarà il nuovo stadio, il Franchi sarà dedicato al Rugby, e potrà ospitare magari anche il Sei Nazioni. A Firenze c’è una squadra d’Eccellenza che può crescere, ma potrà essere adibito ad ospitare concerti e gare d’atletica. Non avrà un utilizzo intenso come oggi ma non sarà mai abbandonato. Nel nuovo stadio ci si potrà arrivare con tutti i mezzi pubblici, compresa la tramvia.

Sulla possibilità di realizzazione del nuovo stadio il sindaco rimane ottimista:

Se riusciamo a spostare i mercati generali entro il 2021, possiamo finire la realizzazione dello stadio entro la fine del 2023 o al massimo 2024. Proprio in queste settimane gli uffici tecnici del comune stanno esaminando gli ultimi documenti che la Fiorentina ha consegnato prima della fine dell’anno. Credo che ormai siamo vicini al completamento del progetto però non sono in grado di anticipare nulla fino a quando non ho avuto l’esame approfondito dagli uffici perché siamo nella fase della progettazione definitiva. Una volta visionato tutta la documentazione che la Fiorentina ci ha dato saremo in grado di dire quando potremmo partire con il bando di aggiudicazione. Lo stadio della Fiorentina lo stiamo realizzando con la nuova legge sugli stadi che peraltro ho contribuito a scrivere quando ero parlamentare ed è una legge che prevede tempi un po’ più rapidi ed anche il modello del project financing. Noi siamo primi in Italia ad utilizzare questa norma, quindi quando si dice che siamo indietro ed abbiamo perso tempo, io rispondo dicendo che rispetto a cinque anni fa abbiamo fatto molto, come aver avviato la progettazione. Lo stadio bisogna farlo in due: noi e la Fiorentina. A me non interessa il discorso chi è chi ritarda e chi è che non ritarda, credo che ora siamo abbastanza allineati.

Sull’incontro con la proprietà nelle persone di Della Valle, Cognigni e Salica:

Credo che i Della Valle non amino le sconfitte, vogliono vincere anche in questo progetto dello stadio, e negli ultimi mesi ho avuto la dimostrazione dal presidente Cognigni e dal vicepresidente Salica, ma anche da Diego ed Andrea Della Valle, con cui ho avuto modo di parlare in varie occasioni. C’è una volontà marcata di arrivare in fondo.

vnconsiglia1-e1510555251366

Fiorentina Women’s, il recupero contro Pink Bari: viola scatenate, valanga di reti

La coppa, l’Europa e il futuro di Pioli: vale la pena legarlo ai risultati?

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 6 mesi fa

    Speriamo mio nipote, che è alle elementari, riesca a vederlo lo stadio nuovo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fragnsi_2332458 - 6 mesi fa

    I tempi si allungano sempre di più, mentre a Roma oggi hanno annunciato che i lavori per il nuovo stadio della Roma, possono partire anche entro l’anno e confermato lo stadio. Oggigiorno senza uno stadio di proprietà non si può fare programmazione seria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. falcone - 6 mesi fa

    Un se ne pò più

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dellone68 - 6 mesi fa

    “Vogliono vincere ANCHE in questo progetto dello stadio”….scusa Sindaco, dove avrebbero vinto i Della Valle nella Fiorentina? Io non me ne sono accorto. Ah forse nella squadra femminile…vabbè ma non è proprio la stessa cosa. Ma forse sono i quattro scudetti vinti da Corvino, già, che sbadato. Qualcosa invece mi fa pensare che il progetto dello stadio è ANCHE e solo l’unico progetto in cui intendono vincere.
    Ma una squadretta tipo il Casette d’Ete, non sarebbe un pochino più vicina alle loro ambizioni ed alla loro dimensione ed al monte ingaggi delle loro squadre?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user - 6 mesi fa

    Fantastico Nardella!!!!
    Infatti mentre dice questa cosa ride anche lui come si vede in foto….
    Cito testualmente:
    “Credo che i Della valle non amino le sconfitte,vogliono vincere ANCHE in questo progetto dello stadio….”
    Anche?????
    Perchè,in quale altro campo hanno vinto?
    Questi discorsi sono più esilaranti di una barzelletta….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 6 mesi fa

      Guarda il nostro conto in banca ed immagina il loro… 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. user - 6 mesi fa

        Non mi interessa.Non sono invidioso e i soldi mi bastano quelli che ho.Questo come premessa.Naturalmente io intendevo il campo sportivo…Comunque tranquillo,ero sicuro che sarebbe arrivato qualcuno a ricordarmi che loro invece hanno tanti soldi…Ma ti ripeto,non mi interessa quello…a meno che non interessi a te..Io invece ho a cuore solo la Fiorentina e parlo dei DV in relazione solo al progetto sportivo….In quello caro mio puoi star sicuro che sono ampiamente perdenti e Nardella prima di dire vogliono vincere anche sullo stadio dovrebbe riflettere e cercare di essere più misurato con le iperboli.Sennò poi si ride,anche se,come vedi lo fa anche lui…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy