“Nardella ha difeso favola dei Della Valle, ma progetto Mercafir è fermo”

“Nardella ha difeso favola dei Della Valle, ma progetto Mercafir è fermo”

Francesco Torselli di Fratelli d’Italia contro Dario Nardella

di Redazione VN

Per colpa di Nardella che ha sposato e difeso da sempre la favola dei fratelli Della Valle di realizzare il nuovo stadio nell’area Mercafir, Firenze e tutta la Toscana hanno un mercato ortofrutticolo obsoleto e poco funzionale. L’azienda è costretta a intervenire quotidianamente facendo interventi di manutenzione e spendendo migliaia di euro, pur sapendo che quelle strutture sono destinate a essere demolite e ricostruite ex novo. Quando ero consigliere comunale i Della Valle ci presentavano plastici e progetti del nuovo stadio in cui veniva addirittura indicato il colore della pelle delle poltroncine. Bene! I fratelli marchigiani hanno ammaliato il primo cittadino fiorentino ma così, per oltre 10 anni, il progetto di ammodernamento di Mercafir è rimasto fermo“.

E’ quanto affermato da Francesco Torselli, capolista di Fratelli d’Italia a Firenze per il Consiglio Regionale, dopo aver visitato il mercato ortofrutticolo.

Mercafir è una struttura vecchia, eccessivamente grande per le funzioni che svolge, ha bisogno di un ammodernamento urgente e di una razionalizzazione. A causa della mancata ristrutturazione del mercato, ci sono imprenditori che perdono fino a 400mila euro all’anno perché la disfunzionalità del centro si ripercuote su tutta la filiera, compreso il consumatore finale come per esempio i ristoratori. In questo momento di crisi economica nessuna impresa si può permettere di sostenere questi sprechi. E’ stato sprecato troppo tempo, la sinistra ha traccheggiato e alla fine ci rimettono i cittadini.

E’ inoltre incredibile – conclude il capolista Torselli – che la Regione Toscana non sia mai intervenuta in merito al futuro di Mercafir, pur essendo una struttura strategica per l’intera Toscana. Il mercato non è solo una questione fiorentina, occorre pensare al modo in cui la Regione possa intervenire”.

Adnkronos 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. VIKINGO - 2 settimane fa

    ma se tutti codesti ” imprenditori si ciacciassero nelle tasche anzichè gravare sulle tasse della collettività , non sarebbe meglio?DOVE STA SCRITTO CHE IL COMUNE DEVE METTERTI A DISPOSIZIONE LOCALI PER IL TUO BUSINNES ?
    P.S. il comune ha tentato di far pagare il nuovo centro a che avrebbe fatto lo stadio .. addirittura la variante viaria sarebbe dovuta costare 30 milioni….
    Anzi , viceversa il sindaco ha lavorato tanto per codesti imprenditori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. simuan - 2 settimane fa

    …la favola semmai l’ha sempre raccontata l’amministrazione comunale vincolando la liberazione dell’area mecafir allo spostamento del mecato centrale…una postilla talmente indigesta che sia la precedente proprieta’ che quella nuova hanno rispedito al mittente lasciando tutto li’…questo e’ l’ennesimo che straparla in cerca di notorieta’ e di voti…vaiavaia, tutti frnomeni, tutti a promettere…si vede che siamo in clima elezioni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Valter - 2 settimane fa

    Si pensa troppo a fare i teatrini..
    Immagine e annunci, immagine e annunci, immagine e annunci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marco pennaviola - 2 settimane fa

    Vedi, arrivano col sorriso, la cravatta e l’aria da “so-tutto-io” e “ma-chi-meglio-di-me” e intortano gli elettori per andare avanti qualche altro anno e via così. Bisognerebbe soppesarli, far la tara, vedere le tante cose che non vanno – siano nascoste dalla retorica o in bella vista nella disorganizzazione – e pensare, riflettere e poi prendere le debite decisioni. Mercafir altro esempio di quello che non è stato fatto, non solo stadi, aeroporti, strutture viarie, ferrovie etc etc. La Toscana si è retta con la sua bellezza e appetibilità, con il lavoro dei toscani che – come gli altri italiani – si impegnano ma servono solo per pagare le tasse per mantenerli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 2 settimane fa

      Aspetta, vogliono fare una nuova pista per l’atterraggio, tanto per sversate ulteriore catrame in terra ma lo stadio a Campi no. Dovevano fare il termovalorizzatore per recuperare energia dal sudicio ma quello no, meglio il sudicio per la strada ed alla villetta sconquassata medicea a Bagno a Ripoli piena di tarponi che un centro sportivo avanzato pieno di alberi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Etrusco - 2 settimane fa

    Tra poco si vota per il nuovo governo della regione, ricordatevelo gente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tato - 2 settimane fa

    Che negli anni, la, politica Fiorentina, abbia raccontato frottole, è evidente. Ora, nessuno può pretendere di andare da Commisso e dire:”Finanzia il restauro del Franchi, perché noi non abbiamo soldi e rischia di crollare “

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo - 2 settimane fa

    Questa è l’ennesima riprova (qualora ce ne fosse bisogno) che la politica di Firenze e della Toscana in questi anni ha fallito completamente per pura incompetenza e non solo per lo stadio, ma anche per il nuovo aeroporto di Firenze (visto che di quest’ultimo se ne parla ormai da tantissimi anni senza mai aver risolto un bel niente).

    Inoltre, visto che Nardella ha proposto la Mercafir prima ai Della Valle e poi a Commisso per costruire lì un nuovo stadio (e che poi non se ne è mai fatto niente a causa dei tanti problemi legati a quell’area) ebbene, lo stesso Nardella in quelle occasioni si è mai posto il problema del recupero del Franchi (non mi sembra proprio che lui abbia mai parlato di questo quando c’era in ballo la Mercafir), oppure gli stava bene che il Franchi stesso con il passare del tempo sarebbe potuto andare anche in rovina senza opportuni restauri?

    Riflettiamo bene su queste cose e poi diamoci noi stessi le adeguate risposte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy