Nappi: “Bene Simeone, ma terrei Babacar. Bernardeschi? Se ne vada. Se fossi l’allenatore di Kean… “

Nappi: “Bene Simeone, ma terrei Babacar. Bernardeschi? Se ne vada. Se fossi l’allenatore di Kean… “

“Berna potrebbe diventare il giocatore simbolo della Fiorentina e lui tentenna… A Firenze può fare la storia ed è comunque un giocatore importantissimo”

di Redazione VN

L’ex viola Marco Nappi ha parlato ai microfoni di Radio Blu: “L’arrivo di Stefano Pioli ha portato entusiasmo. Ho ascoltato la sua conferenza stampa di presentazione e credo che la sua spinta possa essere contagiosa per i tifosi. Simeone? L’ho seguito la scorsa stagione, al Genoa ha fatto bene nonostante abbia risentito del calo della squadra nel 2017. E’ un giocatore molto rapido, da area di rigore, può fare molto bene a Firenze. Laxalt? E’ un profilo importante, ha imparato anche a difendere.

Babacar? Terrei lui come punto fermo se Kalinic dovesse partire. E’ cresciuto di testa, è maturato ed ha sempre lasciato il segno quando è stato chiamato in causa. Fossi nella Fiorentina punterei su di lui. Bernardeschi? Dico quello che penso: che se ne vada. Potrebbe diventare il giocatore simbolo della Fiorentina e lui tentenna… A Firenze può fare la storia ed è comunque un giocatore importantissimo, altrove sarebbe uno tra tanti.

La mia esperienza nella Berretti delle Livorno? Oggi ci giochiamo la finalissima ed io una l’ho già persa a Firenze… Faccio l’in bocca al lupo alla Fiorentina Primavera per la loro finale. Il rigore di Kean? Non si può vedere una roba del genere. Per fortuna non è un mio giocatore, altrimenti l’avrei rimandato a casa. Queste cose mi fanno perdere la testa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy