Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

altre news

Milinkovic e il “giallo” tra Lazio e Fiorentina. “Ecco tutta la verità”

Milinkovic e il “giallo” tra Lazio e Fiorentina. “Ecco tutta la verità”

L'intermediario (oggi opinionista anche di Violanews) racconta tutti i retroscena sul "giallo" di mercato dell'estate 2015

Redazione VN

Sono passati 6 anni dal clamoroso caso di mercato tra Fiorentina e Lazio con protagonista Sergej Milinkovic Savic. La ferita per l'ambiente viola è ormai rimarginata e per questo Bernardo Brovarone ha raccontato oggi a Radio Bruno i dettagli di cosa accadde, visto che lui era stato l'intermediario della trattativa tra i viola e il Genk. Queste le sue parole:

"La verità è che i suoi genitori sono separati e la madre era la compagna di un caro amico di Tare, ds della Lazio. Il padre di Milinkovic, Nikola, si affidò invece a noi e io dopo averlo visto dal vivo iniziai a proporlo ad alcuni club tra cui la Fiorentina, che non conosceva il giocatore e prese tempo. A giugno poi ci fu il Mondiale Under 20 che la Serbia vinse, con Milinkovic Savic che finisce sulla bocca di tutti. Pradè a quel punto mi chiama, su segnalazione di Paulo Sousa, per provare a chiuderlo. Trovammo l'accordo con il Genk a 6 milioni di euro con una percentuale del 30% sulla futura rivendita. Vedevo però che il ragazzo non era convinto, perchè dietro c'era la Lazio, allora gli feci parlare con Paulo Sousa. Andrea Della Valle scrisse anche una lettera al presidente del Genk per invitarlo in barca, perchè anche lui aveva interessi nel settore delle scarpe. La Fiorentina mandò Andrea Rogg in Belgio a chiudere l'operazione e firmò tutte le carte, tranne il contratto con il giocatore e fu un errore. Due giorni dopo il papà mi chiama per dirmi che Sergej ha scelto la Fiorentina, mandiamo i biglietti ma non presero l'aereo. Vennero poi il giorno successivo, ma una volta arrivato in sede successe quel che successe con lui che si mise a piangere e preferì andare alla Lazio. Fu una scelta sua".