Malagò tifa Milan: “Speriamo che il Tas porti notizie positive, club non merita esclusione”

Malagò tifa Milan: “Speriamo che il Tas porti notizie positive, club non merita esclusione”

“Non c’è dubbio che la sentenza Uefa sul Milan affossa un po’ il calcio italiano

di Redazione VN

“Ho sempre mantenuto doverosamente un profilo di rispetto per le istituzioni, ma non c’è dubbio che la sentenza Uefa sul Milan affossa un po’ il calcio italiano. Dispiace molto”. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, all’indomani dell’esclusione per un anno dalle competizioni europee del club rossonero.

“Oggi ho sentito Fassone, speriamo che il Tas porti notizie positive al Milan – aggiunge -. La storia di questo club non merita una decisione simile, risultati sportivi scritti nella pietra, un’infinità di trofei internazionali, a partire dalle sette Champions. Vediamo, c’è il Tas”. (ANSA)

 

Violanews consiglia

Milan, tempi lunghi per la sentenza del Tas: ecco quando potrebbe arrivare

Rebic, l’Everton prepara l’offerta. E la Fiorentina è pronta a incassare una bella cifra

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. fornamas63 - 2 anni fa

    Detto dal presidente del coni fa rabbrividire e da tutta la dimensione del calcio italiano.
    Si tutelano i furbi e si ignorano e si penalizzano i comportamenti virtuosi.
    Complimenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tagliagobbi - 2 anni fa

    Dichiarazione vergognosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gianni - 2 anni fa

    Ma ve la ricordate la storia della fiorentina negli ultimi anni ? Non per fare vittimismo ma ci hanno sempre segato le gambe quando si cercava di alzare la testa e competere con le altre. Ci hanno esclusi da una Champion ingiustamente. Hanno cercato di mandarci in B facendoci soprusi arbitrali, poi la proprietà si è stufata di cacciare soldi per niente e ha cambiato modo di operare , solo ricerca di giovani, con la speranza di trovare nella marea di acacuisti anonimi qualche discreto giocatore da rivendere e mantenersi a galleggiare, senza pestare i piedi a nessuna grande , cosi nell’anonimato si vivacchia … finché non cambierà proprietà con qualche sceicco deciso a buttare via una bella quantità di milioni , si perché a noi cercheranno sempre di non farci vincere niente, ormai è una priorità della juve , delle milanesi e della roma . Questo è il calcio in Italia finché al comando ci saranno persone che difendono la illegalità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mops - 2 anni fa

    Ah no????? E se non avessero speso tutti quei milioni, sarebbero arrivati al 6° posto? O perchè magari al 17° e forse retrocessi! Le leggi sono uguali per tutti, o forse no! Mi viene da pensare che ……. Cmq un vffncl pigliatelo di cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Otello - 2 anni fa

    Possono fare quello ke vogliono questi lerci!Ricordo ke Malagò fu voluto dal PD e ke ora rischia il processo x essere coinvolto nello scandalo Roma Stadio!Occorre ke il Ministro dello sport intervenga e ke dica la sua!Noi purtroppo abbiamo una società ke latita!Una società dovrebbe sollevare mari e monti x pretendere giustizia sportiva in Europa,invece se ne guardano bene,tutto sommato se nn facciamo la coppa europea verrà fuori la solita squadretta!E’ come l’anno scorso ci prendono x i fondelli!Inizia la preparazione e siamo senza portiere,bravo Corvino!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Claudio - 2 anni fa

    Bravo fenomeno, degno rappresentante delle istituzioni italiane: le regole sono sempre per gli altri.
    Si, le regole ci sono, però il Milan è una società gloriosa … Complimenti per le argomentazioni. Credevo che il peggio fosse rappresentato da Tavecchio, ma sentire questa roba dal numero uno ci fa capire che lo sport è lo specchio del paese.
    Forse ce lo meritiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Lore1697 - 2 anni fa

    Solo in Italia le persone con cariche importanti possono fare certe affermazioni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. sinistro viola - 2 anni fa

    è la stessa gente che quando si è trattato di difendere ceccogrullo..ha chiuso la gabbia e buttato via la chiave..cmq il cinesino a quelli di Losanna cosa gli racconta? che Cristo è morto di sonno? W l’Italia Paese per ricchi senza soldi…FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. mauro1949 - 2 anni fa

    …non esclusi, andrebbero RADIATI…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. violaebasta - 2 anni fa

    Caro malago’ qui la lega calcio e il coni non possono aiutare le solite note come hanno fatto in passato con Roma, Lazio ,Inter ecc; qui chi sbaglia paga!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-9095874 - 2 anni fa

    Disgustoso….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. unial5_298 - 2 anni fa

    No! E’ tifosissimo della Roma non della Lazio. Comunque detto dal massimo esponente dello sport Italiano è un invito a fare i furbi. Chi gioca pulito perde, vince chi non sta alle regole. Perchè gli organi federali non hanno indagato nei tempi dovuti (2013-2017)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-3713546 - 2 anni fa

    Mai sentito un Presidente del Coni che difende l’illegalità, chi tarocca i conti ed è contro chi invece rispetta il Fair Play finanziario fino in fondo come Fiorentina e Atalanta… Dimissioni subito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. gianni - 2 anni fa

    Credevo che malago’ fosse tifoso Lazio, ma tutto può essere . Sicuramente il Milan ha più potere e si permette di sciacquare 200 ml.per una campagna acquisti senza senso e con debiti fino al collo.a dispregio della situazione attuale spende e spande … E nessuno dice niente . Questo è il calcio oggi . Comunque credo che per la nostra proprietà fare la EU sarebbe un danno perche dovrebbero una squadra in pochi giorni. La UEFA fa ridere , non cibi riduce a dare una sentenza definitiva TAS a pochi giorni dall’inizio della competizione con una anno di tempo . È tutto premeditato . Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 2 anni fa

      Maqlagò è tifoso giallozozzo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Aoi_Haru - 2 anni fa

    Malagò è indegno di ricoprire quella posizione e ultimamente lo si nota sempre più, sia per dichiarazioni come “il modello di gestione del Chievo andrebbe studiato in università” (scandalo plusvalenze) sia per difese come questa o verso la Roma subito dopo lo scandalo per gli arresti per corruzione nella vicenda stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Otello - 2 anni fa

      Condivido in pieno!Più corrotti sono e più comandano!Rammento ke è stato messo li dal PD e ke è implicato nello scandalo Roma Stadio andrà sotto processo!Il problema è ke abbiamo una società assente,nn si fa sentire!Intervenga il Ministro dello sport!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Staffa - 2 anni fa

    E questo la dice lunga su come in italia il rispetto delle regole sia solo di pochi bischeri..se poi a fare certe affermazioni è il presidente del coni…si puó chiudere il bandone vai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy