Lo sport nell’era pandemica da COVID-19

Purtroppo la pandemia da Covid-19 che quest’anno ha colpito l’umanità raggiungendo praticamente ogni angolo della terra, sta avendo grande influenza in moltissimi ambiti della nostra vita.

di Redazione VN

Purtroppo la pandemia da Covid-19 che quest’anno ha colpito l’umanità raggiungendo praticamente ogni angolo della terra, sta avendo grande influenza in moltissimi ambiti della nostra vita.

Lo sport è una di quelle attività che ha subito con maggior violenza l’impatto del virus. Non ci riferiamo solamente alla battuta d’arresto che hanno subito molti degli sport agonistici, i quali hanno dovuto sospendere le proprie attività, oppure svolgerle a porte chiuse. Ci riferiamo soprattutto all’esercizio fisico che molti di noi hanno dovuto sospendere, anche la banalissima corsa mattutina per esempio si è vista limitata dall’attuale situazione.

Lo sport nel mondo durante la pandemia

A livello internazionale questo doveva essere l’anno delle olimpiadi di Tokyo, ma per motivi evidenti non è stato possibile organizzare al meglio l’evento e per adesso è tutto rinviato all’anno venturo. Per molti atleti questa tragica situazione ha significato dover mettere in pausa la propria carriera, e sappiamo quanto siano brevi gli anni dorati di un atleta agonistico! Qualcuno ha paragonato questa situazione ad un terribile infortunio, dal quale probabilmente non tutti saranno in grado di riprendersi.

Che effetto ha il COVID-19 sul cuore?

Gli esperti in medicina sportiva si sono recentemente domandati se il Covid-19 avesse un effetto diretto sul cuore, considerato che alcuni dati sembravano suggerire tale ipotesi, ma fortunatamente non sono state riscontrate prove sufficienti a suffragio di un simile teoria! 

Il che ha fatto tirare un respiro di sollievo a tutti gli sportivi che avevano temuto di rischiare grosso. Un danno al cuore anche minimo infatti, che per la vita quotidiano potrebbe essere irrilevante, nel caso degli sportivi professionisti significherebbe la fine di una promettente carriera.

Qual è il potenziale rischio cardiaco nella pratica di esercizio in persone con COVID-19 attivo?

Quando il covid-19 penetra nell’organismo attacca e danneggia i polmoni, questa situazione attiva immediatamente una risposta infiammatoria, la quale a sua volta abbassa la pressione arteriosa e riduce il contenuto di ossigeno nel sangue. Tutto questo costringe il cuore a battere più forte e velocemente per riuscire a portare l’ossigeno a tutti gli organi del corpo.

Il punto è che in questa situazione il cuore non riceve riposo, si ritrova a dover battere sotto pressione per l’intera durata dell’infiammazione, l’esercizio fisico non farebbe altro che aggravare una situazione già abbastanza stressante. 

Nelle persone dal cuore sano ed in forma, potrebbero non esserci conseguenze a lungo termine. Ma dato che non possiamo sapere quale sia il limite personale, e dato che nessuno vorrebbe neppure mai scoprirlo, è assolutamente sconsigliabile l’esercizio fisico nelle persone con covid-19 attivo. 

Per quanto riguarda invece i soggetti cardiopatici… per loro l’attività fisica in tali circostanze è tassativamente proibita.

Alcuni consigli pratici per l’esercizio durante la pandemia da COVID-19

Assodato quindi che in nessun caso bisognerebbe fare esercizio fisico in stato di malattia da Covid, ecco alcuni consigli pratici per portare avanti una attività fisica e mantenersi in forma, anche con la pandemia ancora in corso.

  1. Non esagerare

Il coronavirus attacca l’organismo entrando dalle vie respiratorie, e si vede favorito da una situazione di debolezza anche temporanea del sistema immunitario. L’esercizio fisico nonostante nel lungo periodo aiuti a mantenere un sistema immunitario forte, nel breve quando si esagera lo indebolisce.

  1. Dormire bene

Il sonno normale e regolare è un’altra delle importanti componenti per un sistema immunitario forte.

  1. Fare attività in casa

Le palestre in questo momento non sono consigliate, e l’attività all’aria aperta espone ad incontri con altri runners, la cosa migliore è attrezzarsi per potersi esercitare nella sicurezza della propria abitazione

  1. Massimo 5 giorni a settimana

In questo momento più che mai, è necessario trovarsi sempre nel pieno delle proprie forze per poter affrontare qualunque evenienza. Dare al corpo il giusto tempo per recuperare diventa quindi necessario.

Linee guida per lo sviluppo dello sport in futuro

Le recenti linee guida rilasciate dal Governo per la ripresa dello sport in Italia, hanno lasciato in evidenza le molteplici difficoltà che il Covid-19 rappresenta per il mondo dello sport. In particolare per quelli di gruppo, ed ancora di più per quelli da contatto quale per esempio è la lotta greco-romana, dove non sembra sia stato possibile trovare alcuna soluzione che le permettesse una ripartenza dignitosa.

Le partite di calcio a porte chiuse, gli allenamenti di scherma in solitaria sono solo alcuni esempi di quanto il mondo dello sport stia soffrendo enormemente l’attuale situazione.

Ma del resto questa pandemia ha colpito tutto e tutti senza fare distinzioni. 

La speranza per lo sport, e per la ripresa della nostra vita normale è naturalmente che si riesca a sviluppare un vaccino o una cura in tempi utili. Nel frattempo che siamo rinchiusi in casa per via della quarantena, oltre allo sport ed altri consigli utili da seguire possiamo cerca amiche e amici. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy