Le accuse di Amaral: “Totti mi diceva che ero un ne….. Minacciai di rompergli qualcosa”

L’ex centrocampista gigliato svela un triste retroscena

di Redazione VN

L’ex centrocampista di Fiorentina e Parma, Amaral, parlando dei suoi anni nel calcio italiano nel salotto di SportTV ha raccontato un retroscena riguardante Francesco Totti: “Mi chiamava ‘ne…’ e mi diceva che io, in favela, mangiavo la m***a. Io capì qualcosa e minacciai di fargli male, di rompergli qualcosa, però Di Livio mi ha chiesto calma: “Lui è il capitano” – disse – , e gli risposi “Ma che capitano? Mi sta mancando di rispetto!”. Ero così nervoso che avrei voluto picchiare Totti”.

Torreira, parla l’agente: “Il mercato…”

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mannuccigabriele7_14377276 - 1 mese fa

    Ahahahah “lui è il capitano” quindi ti può dire che sei un negro di m.? Angelo angelo……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 1 mese fa

    Ovviamente si prenderà la responsabilità di quel che dice, per cui sarà vero, ma rimango meravigliato. Immagino che in campo non ci si facciano i complimenti, ma che uno come Totti arrivi a dire quelle cose, mi lascia stupefatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TintiM - 1 mese fa

      Ricordati che sapeva anche sputare bene in campo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Disteis - 1 mese fa

      Non hai capito nulla di Totti, è proprio lui la persona adatta a fare queste cose, basta vedere gli episodi della sua carriera per capirlo, vedi lo sputo, il calcione a Balotelli ecc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mario - 1 mese fa

      Semmai è Totti che deve assumersi la responsabilità di quello che ha detto, che, conoscendo la storia di Totti, non mi meraviglia. Ma dubito che lo farà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy