L’altro piccolo (grande) gioiello in vetrina

L’altro piccolo (grande) gioiello in vetrina

Anche Matìas Vecino, così come Bernardeschi, ha esordito con la maglia della propria nazionale maggiore. E a giugno…

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Tutti gli occhi su Bernardeschi, almeno tutti quelli della Firenze calcistica. Ed è giusto così. Perché l’abbiamo cresciuto e coccolato proprio qua, in riva d’Arno, perché è bello sfoggiare a tutta Italia (e non solo) il nostro gioiello più luccicante e per almeno un altro milione di motivi. C’è però chi stanotte ha tenuto alta la bandiera viola anche a migliaia di chilometri di distanza. E’ il caso di Matìas Vecino, anche lui, come Bernardeschi, all’esordio con la nazionale maggiore. Non quella italiana, ovviamente, ma dell’Uruguay.

Il palcoscenico è di quelli da far tremare le gambe. C’è il tutto esaurito all’Arena Pernambuco di São Lourenço da Mata, periferia di Recife: 45.010 spettatori, per la precisione. E non potrebbe essere altrimenti per un Brasile-Uruguay da sempre tra i grandi classici del calcio sudamericano per nazioni. Il buon Matìas, però, non batte ciglio. Incassa la fiducia dal primo minuto del ct Tabarez e, dopo un inizio un po’ timido e qualche difficoltà nel trovare la posizione in campo, ha brillato in mezzo alla mediana della Celeste.

Parole e musica, quest’ultime, dell’inviato in Brasile per El Paìs. Insomma, tra un Suarez di spalla e un Neymar come dirimpettaio, è arrivato il semaforo verde per Vecino. Un’altra piccola grande storia da raccontare in questa Fiorentina un po’ in affanno. Firenze gongola, e ne ha ben donde, in attesa dell’inevitabile assalto di Napoli&co. Ma questa è un’altra storia. Appuntamento al prossimo test per il master in top-player.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vecchio briga - 3 anni fa

    Ma che siamo diventati l’Udinese che mettiamo la merce in vetrina? Dalle vetrine la Fiorentina dovrebbe comprare! Forza Viola Sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Odoardo Becherini - 3 anni fa

    Sospetto che Vecino abbia avuto qualche difficoltà a trovare la posizione “in campo” piuttosto che “in capo”. In ogni caso… forza Matias!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 1926 - 3 anni fa

    Ma i Della Valle quando vendono se stessi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 3 anni fa

      a te invece te regalano xchè un ti comprerebbe nessuno. 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 1926 - 3 anni fa

        Scusa Andrea (Della Valle)

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy