La Serie C festeggia le 1600 iniziative sociali

Da ricordare anche il libro “Il filo sottile del coraggio”

di Redazione VN

C’è un cuore, che nel 2020, ha fatto registrare migliaia di “battiti”.  È quello della C, che in poco più di 12 mesi ha dato vita a 1.600 iniziative sociali con tutti i suoi club, in 17 regioni del nostro Paese. Di queste, oltre 250, sono quelle nate nel corso del lockdown.  È una “squadra” di dirigenti, giocatori, allenatori e tifosi impegnati nel sociale in tutta Italia. La solidarietà non conosce rivalità.

Tra le principali: la donazione di sangue da parte di allenatori e capitani, la raccolta fondi, la distribuzione delle mascherine, le raccolte con il Banco Alimentare, il crowdfunding per l’acquisto di ambulanze e ancora, progetti a supporto della didattica fino al sostegno a distanza dei club e della Lega Pro con la Caritas per 126 bambini di vari Paesi nel mondo.

Infine, si lega al cuore, anche il libro “Il filo sottile del coraggio” curato da Gaia Simonetti dell’Area Comunicazione Lega Pro che segue anche il sociale. Dai proventi della vendita del libro è stato sostenuto un progetto per un Centro che si occupa di persone con disabilità e a breve si realizzerà un’iniziativa per piccoli pazienti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy