Juve, maxi taglio agli stipendi: il club risparmia 90 milioni di euro

Juve, maxi taglio agli stipendi: il club risparmia 90 milioni di euro

I bianconeri ridefiniscono gli emolumenti dei prossimi mesi

di Redazione VN

Anche in Serie A prende campo la proposta di ammortizzare il danno economico per i club. La prima a ridurre gli stipendi dei calciatori è la Juventus, che con un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito ha deciso di ridefinire gli emolumenti per giocatori e allenatore dei prossimi mesi. Si tratta della prima squadra in Italia a prendere questi provvedimenti, con un risparmio di circa 90 milioni:

L’intesa prevede la riduzione dei compensi per un importo pari alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. Nelle prossime settimane saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti. Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milioni sull’esercizio 2019/2020. Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell’effettiva conclusione delle stesse.

Götze vuole l’Italia e il contratto è in scadenza. La Fiorentina sonda il colpo ‘alla Ribery’

Godin accusa: “Siamo stati esposti fino all’ultimo momento. E’ servita una positività per fermare tutto”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy