Il Fair Play Finanziario colpisce, Rubin Kazan fuori dalle Coppe. La differenza col Milan

I russi esclusi dalla Uefa a causa della loro situazione finanziaria

di Redazione VN

Come riportato da Gazzetta.it, il Fair Play Finanziario miete un’altra vittima, con la Uefa che nella mattinata odierna ha annunciato l’esclusione dalle coppe europee del Rubin Kazan. Il club russo sarà bandito dalle competizioni internazionali per la stagione 2018-19 (o per la stagione successiva, in caso di mancata qualificazione al termine di quella in corso) in conseguenza della violazione del “settlement agreement” stipulato nel maggio del 2014. La Uefa non ha specificato quale sia stata la particolare clausola dell’accordo violata, ma la sostanza non cambia: in caso di qualificazione alle coppe europee, il club russo non potrà prendervi parte nella prossima stagione.

Il settlement agreement è un accordo che i club europei possono stipulare con la Uefa per rientrare all’interno dei parametri del Fair Play Finanziario. Questa estate, per esempio, la stessa Uefa rifiutò la possibilità di portare avanti questo tipo di procedura con il Milan, che era ancora sotto il controllo della cordata cinese.

Violanews consiglia

Sottil: “Ero sicuro di non entrare contro la Sampdoria. Sono nel posto giusto”

Bucchioni: “Rinnovo Chiesa? Corvino se n’è lavato le mani, palla ai Della Valle”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy