Il capo ultrà del Verona: “Con Balotelli non è razzismo, abbiamo anche noi un negro”

Il capo ultrà del Verona: “Con Balotelli non è razzismo, abbiamo anche noi un negro”

Le “giustificazioni” di Luca Castellini, leader della curva dell’Hellas Verona: “Abbiamo anche noi un negro in squadra…”

di Redazione VN

“Non razzismo, è folklore”. Così Luca Castellini, capo degli ultras del Verona, ha commentato i cori razzisti indirizzati ieri allo stadio a Mario Balotelli durante la gara tra Hellas e Brescia. “Noi abbiamo una cultura identitaria di un certo tipo, siamo una tifoseria che è dissacrante, che prende per il c… il giocatore pelato, quello con i capelli lunghi, il giocatore meridionale e il giocatore di colore, ma non lo fa con istinti politici o razzisti. Questo è folklore, si ferma tutto lì. Balotelli, che è un giocatore finito, ha deciso ieri, spinto secondo me da qualcuno e qualcosa, a fare quella pagliacciata e a lanciare il pallone in curva. L’anno prossimo Balotelli non giocherà più a calcio, andrà in televisione a fare la prima donna. Appena è stato sotto la curva del Verona ha deciso di lanciare il pallone. Ha infamato Verona”, ha concluso con l’emittente Radio Café (parole riportate da Sky Tg 24).

Repubblica.it riporta altri virgolettati dello stesso Castellini: “Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana, ma non potrà mai essere del tutto italiano. Ce l’abbiamo anche noi un negro in squadra, che ha segnato ieri, e tutta Verona gli ha battuto le mani”.

 

Insulti razzisti a Balotelli, sentite Juric: “Non diciamo cazzate, solo fischi e sfottò”

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 1 mese fa

    Basta non giocare per mezzo campionato al Bentegodi poi si calmano questi poveri
    dementi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Larry_Smith - 1 mese fa

    E intanto usa un termine razzista come “negro”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gasgas - 1 mese fa

      È uno dei pochi termini del loro vocabolario, gli altri sono zingaro, duce e ebreo. Gente sopraffina… da folklore, dei burloni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rcastellani5_10793626 - 1 mese fa

    Mi sembra che una volta di più si stia montando il solito caso da strumentalizzare politicamente.
    Da quello che leggo se ci sono stati cori sono partiti da 15 (!!!!) persone. Per questi un bel daspo e a casa.
    Tutti hanno giocatori di colore (Verona compreso)
    Balotelli mi sembra non abbia bisogno di presentazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gasgas - 1 mese fa

    Degnamente rappresentato da gente che ha governato fino a pochi mesi fa e che governerà a breve… Questa è l’Italia… Che schifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Valter - 1 mese fa

    Ora si sta esagerando e strumentalizzando.
    Chi paga il biglietto ha il diritto di contestare, come a teatro e in qualsiasi altra manifestare.
    Si contesta nei limiti della civiltà.
    Casomai cominciamo a togliere dagli stadi i delinquentelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ottone - 1 mese fa

    E la bandiera nazista in curva veronese che ci fa? “Folklore” anche quello? Una città che elegge un certo Tosi come sindaco, il quale fa mettere le barre di ferro in mezzo alle panchine dei giardini affinché i NEGRI (NEGRI, NON NERI!!!) non vi si sdraino, non può essere definita razzista? E il nostro “amico” di Forza Nuova a che titolo è a piede libero, quando in Italia è vietata l’apologia del fascismo? Una vergogna infinita. Calcisticamente parlando serie B a vita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. cosimo90-fi_492 - 1 mese fa

      Ma vaia PDiota

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. UKLZ - 1 mese fa

    Ma siamo ancora gemellati con questi qui? Questi non sono neanche commenti politici, ma semplice ignoranza da Medioevo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. max59 - 1 mese fa

    Ormai ogni squadra ha almeno un giocatore di colore nelle proprie file. I BUUU (ammesso che a Verona ci siano stati, è tutto da verificare) a questi giocatori non sono a sfondo razzista, sono solo un modo come un altro per mettere in difficoltà e far innervosire un giocatore, di solito molto bravo e perciò temuto. Quando giocava nella Fiorentina Amarildo, i giocatori avversari sapevano che era fumino…, lui si arrabbiava e spesso finivamo in dieci. E’ impopolare dirlo, soprattutto oggi che sono tutti buonisti, ma il razzismo in questi casi non c’entra assolutamente niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. max59 - 1 mese fa

      si arrabbiava perchè gli dicevano “negro di m…a”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fungaccio_VIOLA - 1 mese fa

      Sei incommentabile!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. max59 - 1 mese fa

        il razzismo in questi casi non c’entra, mettitelo in testa. Sono sfotto’ da stadio. Tutti hanno giocatori di colore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gasgas - 1 mese fa

          Fate pena.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Larry_Smith - 1 mese fa

          Tutti hanno giocatori di colore ma se i tifosi di una squadra ricorrono alle armi del razzismo per mettere in difficoltà un avversario sono razzisti anche loro. Su questi argomenti non si può scherzare

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. cosimo90-fi_492 - 1 mese fa

    forza Hellas

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Lapo19 - 1 mese fa

    Io rabbrividisco al solo pensiero di essere gemellati con una tifoseria che presenta al suo interno elementi del genere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. lor29 - 1 mese fa

    Questa gente fa schifo. Essere gemellati con gente del genere fa ancora più schifo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Castellini, militante di Forza Nuova, con le bandiere a svastica allo stadio e inneggiando a Hitler critica Balotelli? A Verona sono questi e beato chi si riconosce nel gemellaggio con loro. Prima lì vedo retrocedere e più contento sono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy