Il calcio quotato: come investire nella propria fede calcistica

Il calcio quotato: come investire nella propria fede calcistica

La Fiorentina non è una delle società di Serie A che sono quotate in Borsa, ma sarebbero tanti i tifosi viola disponibili a investire nella propria fede calcistica.

di Redazione VN

La Fiorentina non è una delle società di Serie A che sono quotate in Borsa, ma sarebbero tanti i tifosi viola disponibili a investire nella propria fede calcistica. Non c’è niente di meglio che trasformare la passione per la propria squadra del cuore in una fonte di guadagno: ad oggi sono più di 20 i club calcistici che sono quotati in Borsa e che sono rappresentati dallo Stoxx Europe Football. In Italia sono noti i casi della Juventus, della Roma e della Lazio, mentre all’estero questa abitudine è diffusa un po’ ovunque. Nei Paesi Bassi, per esempio, è l’Ajax a essere quotato in Borsa, mentre in Portogallo questa strada è stata scelta dal Benfica e dal Porto.

Quali sono le squadre europee quotate in Borsa

In Francia ha optato per la quotazione il Lione, prossimo avversario proprio della Juve in Champions League. Molto diffusa è tale consuetudine in Danimarca, dove è possibile comprare le azioni di squadre come l’AGF, l’Aalbog BK, il Copenaghen FC e il Brondby. I tifosi tedeschi possono scegliere il Borussia Dortmund, mentre quelli turchi hanno come alternative il Besiktas, il Fenerbahce e il Galatasaray. Ma nel novero di club di calcio quotati in Borsa ci sono anche gli scozzesi del Celtic, gli svedesi dell’AIK, i macedoni del Teteks FK e i polacchi del Ruch Chorzow.

Perché investire nelle azioni di una squadra di calcio

Resta da chiedersi, a questo punto, se valga davvero la pena di acquistare delle azioni di una o più squadre di calcio: la risposta è affermativa, ma sempre che si opti per un approccio improntato alla diversificazione e, quindi, in un panorama variegato di investimenti in azioni. Le squadre che si quotano sono a tutti gli effetti delle imprese: per questo i loro titoli azionari possono salire o scendere in base agli investimenti che vengono compiuti sul mercato. La logica suggerisce che dovrebbero essere privilegiate le azioni dei club migliori, cioè quelli che arrivano più spesso in finale di Champions League: vuol dire che ottengono più guadagni e hanno maggiori probabilità di tenere i bilanci in ordine.

Fare trading in Borsa

Si può anche pensare di fare trading in Borsa avendo come riferimento le squadre di calcio. Chi volesse cimentarsi in un’attività di questo tipo deve, in primo luogo, scegliere un broker autorizzato per aprire un conto. Individuare una piattaforma regolamentata in Italia vuol dire poter contare sulla massima affidabilità ed evitare rischi di ogni genere. Non è detto che sia necessario investire cifre chissà quanto importanti: i broker più importanti attivi nel nostro Paese, infatti, offrono l’opportunità di eseguire un versamento iniziale minimo di 100 euro. Il consiglio, soprattutto per i meno esperti, è di esercitarsi con un conto demo: anche nel trading allenarsi è molto importante!

Forza Trading è il sito a cui si può fare riferimento se si desidera capire in che modo si può investire nel mondo del calcio attraverso il trading online: clicca qui se vuoi saperne di più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy