Il cugino di Edimilson racconta: “Mi scrissero negro sull’auto e mi defecarono davanti casa”

Parla Gelson Fernandes, cugino del centrocampista viola Edimilson

di Redazione VN

Alla testata giornalistica Blick arrivano forti parole dal centrocampista dell’Eintracht Francoforte Gelson Fernandes, che racconta di aver vissuto dei momenti drammatici a Verona, quando (nel 2010-11) giocava con il Chievo. Gelson è cugino di Edimilson Fernandes, centrocampista della Fiorentina. Ecco le sue dichiarazioni evidenziate da Gazzetta.it:

In Italia mi sono successe cose brutte: quando stavo al Chievo qualcuno mi ha rigato la macchina scrivendo ‘negro’ sullo sportello e spaccandomi il finestrino. Qualcun altro mi ha defecato davanti alla porta di casa. Dissi alla mia compagna di andare in Svizzera per non farle più vivere questi episodi terribili. Sono cose nelle quali nessuno si vorrebbe mai imbattere. Germania? Dopo l’espulsione che rimediai l’anno scorso nella semifinale di Coppa di Germania contro lo Schalke, mi scrissero cose terribili sui social: ‘sei figlio delle scimmie, spero che qualcuno interrompa la tua carriera. Non sei veramente svizzero, sei un profugo. Un maledetto profugo’. Queste cose purtroppo accadono.

Violanews consiglia

Lafont valore triplicato. Dragowski: futuro già deciso, due soluzioni

Tifosi, il comunicato ACCVC: “Togliamo definitivamente i nostri striscioni dal Franchi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy