G. Grifoni: “Babacar aveva una marcia in più già a 14 anni”

G. Grifoni: “Babacar aveva una marcia in più già a 14 anni”

“Fiorentina? Mi aspettavo che facesse bene ma non così, si vede che Sousa ha messo subito la mano giusta”

di Redazione VN

L’ex Primavera viola classe ’93 Giulio Grifoni, oggi in forza al Prato, è stato intervistato da Radio Bruno:

 

Come è iniziata questa stagione al Prato?
“Siamo partiti abbastanza bene, squadra molto giovane, piena di ragazzi di prospettiva, però stiamo facendo bene, abbiamo cambiato anche mister, è arrivata la prima vittoria domenica a Lucca e ora speriamo di continuare bene”.

Tu provieni da un settore giovanile che ha dato tanti frutti in questi anni in particolar modo Babacar e Bernardeschi, tu con Baba ci hai anche giocato, ti aspettavi questa esplosione di questi due giocatori, magari quella del senegalese visto che lo conosci meglio?
“Baba già da quando avevamo 14 anni vedevamo che aveva una marcia in più, soprattutto fisicamente perché era già molto avanti rispetto a tanti ragazzi, però anche a livello tecnico si vedeva che sarebbe diventato un grande giocatore”.

Ti aspettavi di vedere la Fiorentina prima in classifica?
“Mi aspettavo che facesse bene ma non così, si vede che Sousa ha messo subito la mano giusta e la squadra lo sta seguendo”.

Sei tifoso della Fiorentina?
“Sono stato tanti anni alla Fiorentina, simpatizzo Fiorentina però sono nato con la maglia interista addosso”.

Il 4 a 1 com’è andata, come l’hai vissuto?
“Complimenti alla Fiorentina e basta, ha dominato sul campo nettamente e meritava di vincere”.

Senti per i tuoi obiettivi personali quest’anno cosa pensi di fare, visto che hai avuto qualche infortunio l’anno scorso, raccogliere più presenze e raggiungere la zona play off col Prato?
“Abbiamo una squadra che può fare bene, di sicuro puntiamo ad arrivare in alto, magari anche in zona play off.
Io personalmente punto a fare bene anche quest’anno, anche l’anno scorso ero partito alla grande,
poi ho avuto l’infortunio al ginocchio a gennaio che ha complicato un po’ le cose”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy