Ex viola, Boateng: “I giocatori bianchi non ci aiutano nella lotta al razzismo. De Zerbi…”

Kevin-Prince mai banale

di Redazione VN

In un’intervista al Corriere della Sera, l’ex attaccante della Fiorentina, Kevin-Prince Boateng, ora al Monza, parla di razzismo nel calcio e non solo. Queste le sue parole:

Nella battaglia al razzismo all’interno del mondo dello sport non mi ha contattato alcun calciatore bianco. D’altronde, sono loro che comandano. Se mi chiamasse un collega bianco e mi aiutasse in questa lotta, sicuramente saremmo più ascoltati. I giovani calciatori? Non pensano a tutto questo, loro hanno in testa soltanto auto e videogiochi. Quando ero al Tottenham, dovevo pulire gli scarpini dei vecchi. Il mio futuro? Continuerò fino a quando avrò passione, altrimenti lascerò spazio a chi ancora sogna questo mestiere. Grazie all’incontro al Sassuolo con De Zerbi ho riscoperto l’amore per il calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy