Diritti tv, la Lega vota ancora contro la risoluzione del contratto con Mediapro

Dieci i voti a favore, uno meno di ieri. Gli spagnoli hanno presentato una fideiussione da 400 milioni. Lunedì una nuova assemblea

di Redazione VN

La Lega Serie A questa mattina ha votato ancora contro la risoluzione del contratto con Mediapro. Dieci i voti a favore, cinque gli astenuti, Lazio e Chievo assenti. Ieri la delibera non era passata per un voto: ne servivano 12, 11 si erano espresse a favore, il Chievo contro, 3 astenuti (Udinese, Cagliari e Torino) e 2 assenti (Milan e Lazio). Lunedì è in programma una nuova assemblea.

Mediapro ha presentato una fideiussione da 400 milioni, dopo che ieri il numero 1 degli spagnoli Roures aveva confermato la possibilità di versare 186 milioni di euro come garanzia a stretto giro e 200 milioni entro il primo luglio come prima rata. Sempre ieri il presidente della Lega, Gaetano Micciché, aveva sottolineato l’inadempienza di Mediapro rispetto alle garanzie, che sarebbero state solo promesse. Lo scrive Gazzetta.it.

 

Violanews consiglia

Milan, altra bocciatura dalla UEFA: tutti gli scenari sono possibili. Cosa rischiano i rossoneri

Più pagato di Frey e con l’incubo Viviano: Sportiello, il portiere più costoso dei Della Valle?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy