Determinato e focoso: l’approccio di Commisso al calcio. La scalata anni ’90 e le prime idee viola

Da bambino era tifoso della Juventus: eventualmente, il trattamento di degobbizzazione anni ’90 è pronto…

di Redazione VN

Fiorentina a stelle e strisce? La notizia ha scosso l’ambiente viola in mattinata, con il nome di Rocco Commisso a farla da padrone su tutte le testate giornalistiche (anche nazionali). Ma da dove nasce la fortuna del magnate statunitense che vuole acquistare la società viola? Commisso ha fondato Mediacom Communications a metà anni Novanta comprando a prezzi modici più di 20 aziende di tv via cavo nei posti più rurali degli Stati Uniti per creare il suo piccolo impero. Poi, con l’avvento di servizi online come Hulu e Netflix, ed il conseguente calo fisiologico degli abbonamenti alla tv (38% secondo ‘Forbes’…), Commisso si è tutelato investendo sulla banda larga, accelerando la velocità di internet in Iowa, Alabama, nelle campagne di New York. Quindi, nel 2000, quotò Mediacom in borsa, cedendo azioni per 1,7 miliardi. Quando, poi, il valore di mercato scese dell’80%, Commisso uscì da Wall Street, nel 2010, e ricomprò l’azienda per soli 600 milioni.

Tra i suoi progetti – si legge sull’edizione on line de Il Corriere dello Sport – ci sarebbe quello di legare i viola anche al mercato americano, di sviluppare il marketing a tutti i livelli, tra due città simbolo come Firenze e New York, e due squadre storiche come Fiorentina e Cosmos, oltre a rendere più forte l’identità del club con la città. Tra gli obiettivi sportivi, quello di riportare la squadra sul palcoscenico europeo. Chi lo conosce non ha dubbi che Commisso potrebbe portare uno stile diverso nel calcio italiano: è determinato, focoso, a volte duro, a volte ruvido, ma alla mano. Non è difficile vederlo arrivare allo stadio dei Cosmos come una persona qualunque, scambiare battute con i tifosi, stringere la mano, senza barriere. Infine, nota di colore sulla sua fede calcistica: da bambino era tifoso della Juventus, ma ha sempre seguito tutto il calcio italiano con passione, compresi gli anni viola di Antognoni, Bertoni e Passarella. Eventualmente, il trattamento di degobbizzazione anni ’90 è pronto. Col sorriso sulla bocca, chiaro.

“ALLELUIA” O “L’È JUVENTINO? LA REAZIONE ‘SOCIAL’ A COMMISSO: IL POPOLO VIOLA SI DIVIDE

Violanews consiglia

Cessione Fiorentina, i dettagli della trattativa. L’esperto sui debiti di Commisso: “Tranquilli, tutto nella norma

Della Valle vs Commisso: patrimoni a confronto

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Axel - 2 anni fa

    È inutile parlare di soldi se non si conosce la reale situazione economica della squadra. Potrebbe anche darsi che gli investimenti dei dv siano avvenuti con coperture bancarie e magari oltre i 135 ci sono rientri bancari da considerare. 135 è un numero che non dice nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 2 anni fa

      Quali investimenti che sono 4 anni che non mettono un centesimo di tasca loro? 135 milioni è grasso che cola per una società sull’orlo della retrocessione, che non possiede nulla se non i cartellini dei giocatori. I DV ringrazino di possedere la squadra di Firenze, che se era quella di Ferrara (già salva, per altro), prendevano sì e no 3 noccioline. Poi dite che Firenze non vale niente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 2 anni fa

    C’è gente qui che non merita nemmeno il Porta Romana, altro che Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ceruttigino - 2 anni fa

    a 135 è regalata…a saperlo qualche fiorentino poteva comprarla…ah no loro no sono troppo impegnati a contare i soldi dalla mattina alla sera…non hanno tempo per fare…ma per criticare sempre e comunque poi alla fine lo trovano…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gasgas - 2 anni fa

    Io ci penserò da lunedì. Ora sono concentrato sul salvare questa stagione pessima e disastrosa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. 29agosto1926 - 2 anni fa

    Ricapitoliamo. I Della Valle chiesero a suo tempo 300 pippe. Oggi si dice che sia stato chiuso l’acquisto a 135. Siccome Diego è uno che non ci rimette MAI viene da pensare dove sono gli altri 165 milioni?
    Le ipotesi possono essereve sia di carattere finaziario che di carattere tecnico perché i 165 mancanti potrebbero essere pagati in altra maniera, finaziariamente parlando, oppure si tratta della vendita di qualche giocatore il cui ricavato andrebbe a coprire la cifra richiesta la prima volta.
    Mah! L’importante sarebbe salvarsi poi il fatto consolatorio è che non verranno né Prezionis, né Ferrero, neé altri avventurieri della palla ruzzolante.
    Vediamo e, come dicevo intanto……..salviamoci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ursusminimus - 2 anni fa

      son d’accordo (stranamente) con te: pensiamo a salvarci però!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Cosimo de' Medici - 2 anni fa

      Gobbo! Sei un gobbo! Gobbo! Ora che vanno via i DV, torna a Casette…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 anni fa

        Ci abito già!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Cosimo de' Medici - 2 anni fa

          Bene, allora cambia squadra.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 29agosto1926 - 2 anni fa

            Sono anche per il civitanova, sai mi danno le Hogan gratisse.

            Mi piace Non mi piace
    3. Burlamacchi - 2 anni fa

      Tu sei come l’ultimo giapponese.

      Fino all’ultimo vuoi cercare di dimostrare che i Della Valle non han fatto una figuraccia anche nell’uscita dalla scena.

      Se invece delle letterine, avessero messo un po’ più testa sulla Fiorentina e sul lavoro dei dirigenti, forse non saremmo in zona retrocessione e forse la società l’avrebbero venduta ad una cifra superiore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 29agosto1926 - 2 anni fa

        E’ meglio essere l’ultimo giapponese che l’ultimo dei bischeri come qualcuno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Burlamacchi - 2 anni fa

          Tipo te, Dellamaaloxiano.

          Per com’è andata la stagione è VERGOGNOSO che tu sia ancora qua a discorrere.

          A volte il silenzio sarebbe Una scelta decisamente migliore. Ridicolo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 29agosto1926 - 2 anni fa

            Come diceva Mussolini! Tendenze fasciste, visto il cervello è probabile.

            Mi piace Non mi piace
    4. vecchio briga - 2 anni fa

      La Fiorentina non possiede beni immobili. Possiede il marchio e i giocatori, sull’orlo della retrocessione. Non so che cifra potrebbero pretendere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Axel - 2 anni fa

      I soldi delle cessioni non possono uscire dalla società. Se vendi chiesa I soldi non te li metti in tasca ma sono della società calcistica. Provo a fare diversamente cecchi Gori facendo scomparire i soldi di Batistuta ed ha rischiato la galera…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy