De Paul, nessuno sconto. Ds Udinese: “Può partire solo alle nostre condizioni”

De Paul, nessuno sconto. Ds Udinese: “Può partire solo alle nostre condizioni”

Marino fa chiarezza: “La società ha dato una valutazione al giocatore e se nessuno raggiunge quella cifra De Paul resta con noi”

di Redazione VN

Il ds dell’Udinese Pierpaolo Marino è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva. Queste le sue parole: “De Paul (SCHEDA) ce lo terremo stretto. La società ha dato una valutazione al giocatore e se nessuno raggiunge quella cifra De Paul resta con noi. Tudor spera che non se ne vada, è ben felice di tenerlo. Non abbiamo problemi di bilancio. Non c’è mai stato un discorso consistente con la Fiorentina. Ribery? Il suo arrivo a Firenze non mi sorprende più di tanto, spesso Pradè punta a mettere grande carisma nei suoi spogliatoi. Anche l’acquisto di Boateng segue questa logica”. MA L’OBIETTIVO PRINCIPALE DELLA FIORENTINA E’ UN ALTRO

Calciomercato – Altre operazioni in uscita per Fiorentina, Atalanta, Genoa e Sassuolo

La conferma dal Portogallo: Fiorentina su Raphinha. Il costo del cartellino

Chiesa, nuovo tentativo della Juve con Ramadani: no secco della Fiorentina

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pixie - 3 mesi fa

    Vienvia testa d’uovo, se tu non avessi problemi di bilancio non saresti qui a discutere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 3 mesi fa

    Non capisco perché l’italica stampa e anche parte di quella fiorentina ci abbia fatto due coglioni enormi con la storia che tra 3 anni Chiesa va in scadenza, mentre su De Paul che ha solo 2 anni di contratto non ho ancora letto niente. Massa di servi altro che!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Etrusco - 3 mesi fa

      Ehehehe, io la domanda me la sono fatta e mi sono pure risposto e mi sa che pure tu come altri 300.000 tifosi, abbiamo compreso il perché di questo giochino mediatico a cui purtroppo partecipa pure questo sito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. DeepPurple - 3 mesi fa

      Che su Chiesa ci abbiano …spinto in tanti non c’è dubbio, su De Paul mi sembra purtroppo 2023 la scadenza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. 29agosto1926 - 3 mesi fa

      Nemmeno internet si leggere! Sistema il catetere dai retta deve darti fastidio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mauro65 - 3 mesi fa

    Mi sembra giusto, De Paul è vostro e voi fate il prezzo. Pazienza… A questi prezzi, per noi non è trattabile. Andremo su altri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Count of Tuscany - 3 mesi fa

      De Paul a lungo tirare la corda poi si svincola a zero. Questo meriterebbero queste squadre. Fermo restando che la legge bosman ha decretato la morte della competitività nel calcio,e andrebbe abolita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Etrusco - 3 mesi fa

        La legge Bosman ha distrutto il calcio, equiparando di fatto il lavoro di uno sportivo a quello di un lavoratore normale con gli stessi diritti, solo che l’operaio quando gli va bene busca tra 15-20.000€ annui, il giocatore 200-300 volte in più.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. 29agosto1926 - 3 mesi fa

          E se rientra dall’estero paga metà tasse per la fuga dei cervelli. 🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Etrusco - 3 mesi fa

            Esatto, quindi queste norme “democratiche” chi aiutano? Di certo non le società che non possono disporre come vogliono del cartellino dell’atletamilionario come dovrebbero, rinunciano a creare più lavoro per i dipendenti non sportivi, ne giova alla competizione tra squadre favorendo solo le più potenti, dulcis in fundo arricchendo solo gli agenti dei calcianti che sono i veri vincitori di queste battaglie democratiche di staceppa.

            Mi piace Non mi piace
      2. 29agosto1926 - 3 mesi fa

        Non mi sembra giusto quello che dici perché altri potrebbero dire la stessa cosa di Chiesa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy