De Paul giura amore all’Udinese: “Perché dovrei andarmene?”

De Paul è stato più volte accostato alla Fiorentina, specialmente nell’estate 2019

di Redazione VN
De Paul

Rodrigo De Paul è stato più volte accostato alla Fiorentina, specialmente nell’estate 2019. Intervistato da La Nacion il fantasista dell’Udinese ha dichiarato di stare bene nel club bianconero:

Essere un professionista mi rende felice. Tutto quello che ho ottenuto nella mia vita calcistica è stato essere un professionista. In termini di allenamento, cibo, riposo. Per questo motivo sono diventato un giocatore importante in Nazionale. So che essere diventato il 10 dell’Udinese non è come esserlo del PSG. Se giochi male, può esserci una svalutazione, magari da parte di persone che non sono preparate: “Normale, De Paul non gioca per l’Elite, gioca per l’Udinese”. Ma perché dovrei cambiare? Sono immensamente felice per le cose che ho realizzato, vedendo da dove vengo, la famiglia che ho formato. Fare il calciatore è un lavoro per due: posso esserlo grazie alla donna che mi sta accanto. Forte, che mi accompagna, che capisce i tempi del calciatore. Siamo insieme da 11 anni. So che nessuno di quelli che mi stanno intorno, lo fa per interesse: ho amici da quando avevo tre o quattro anni. È una cerchia molto stretta. È un momento di grande felicità e a volte spaventa un po’, perché ti fa pensare che potrebbe arrivarne uno brutto. Ma bisogna goderselo e basta. Vado sempre avanti, tengo tutto dentro e vado avanti.

(…) Mi piacciono le sfide, mi piace crescere. Voglio giocare di nuovo la Champions League, voglio giocare un Mondiale. Mi preparo ogni giorno per questo, quindi non so cosa può succedere in futuro.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio58 - 3 settimane fa

    È interessante analizzare come ottimi calciatori che militano in squadre e situazioni tra loro molto diverse es: De Paul/Udinese; Milinkovic-Savic (o come si scrive…) /Lazio; Donnarumma/Milan; Belotfi/Torino e altri, che hanno potenzialità di militare in club molto più prestigiosi con trattative anche ben avviate ma che alla fine rimangono senza poi tante polemiche, anzi…
    Di contro da noi non appena qualcuno emerge quel che basta per essere appetito dal mercato si sbattezzano pur di andare via e se questo non succede non si fa più vita fino a che l’anno successivo non viene autorizzata la cessione.
    Questo credo sia un aspetto su cui la Società Viola debba attentamente ragionare e porre velocemente rimedio…
    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. castang - 3 settimane fa

      Però è cambiata totalmente la società, ma questo fatto che descrivi è rimasto uguale. Non è che il problema sono piuttosto certe testate giornalistiche e certi giornalisti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Claudio58 - 3 settimane fa

        Sicuramente la stampa fiorentina non ha mai agevolato la spinta per convincere i giocatori a restare, ma ha sempre esasperato e alimentato polemiche e criticità.

        FORZA VIOLA SEMPRE!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy