Criscitiello: “Il Milan avrebbe bisogno di uno come Della Valle”

Criscitiello: “Il Milan avrebbe bisogno di uno come Della Valle”

Caos Milan: Boban rischia il licenziamento

di Redazione VN
Della Valle

Nel suo editoriale per tuttomercatoweb.com, il giornalista Michele Criscitiello scrive del caos che regna al Milan. E cita i Della Valle:

Faccia anche una minusvalenza, problemi del fondo che ha sbagliato l’investimento, ma Elliott si liberi del Milan e lo faccia anche in fretta. Questa società ha bisogno di un padrone, anche se non è Paperon dei Paperoni. Serve un industriale. Un Ferrero (papà Nutella, intendiamoci) ma che da uomo intelligente non mischia la nocciola con il calcio. Un Della Valle (da Firenze mi prenderanno per pazzo) o un Giorgio Armani che alla città di Milano deve tutto e può dare qualcosa anche al calcio oltre che al basket. Il Milan deve ripartire. Fate in fretta. E lasciamo i fondi a Londra.

Caos Milan: ora Boban rischia il licenziamento

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 4 mesi fa

    Quando dico che Criscitiello è uno che stà al calcio come un muratore stà all’as
    trononia..i DV e che ci fanno al Milan,così i tifosi rimpiangeranno ancora di più il vecchio Sola!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 4 mesi fa

    Mi sembrano affermazioni che non guardano alla realtà delle cose. Elliot ha messo in mano ai propri dirigenti somme enormi per rinforzare la squadra, sperando di andare in
    CL, il problema è che sono state sbagliate tutte le campagne acquisti. Ora si ritrovano con una marea di debiti e senza alcuna prospettiva di prendere i soldi della Champions appunto. Se non stanno attenti, più che un nuovo proprietario tra un pò gli ci vorrà un curatore fallimentare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SR66 - 4 mesi fa

    lo dico anch’io, con Corvino però eh…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. unial5_10119788 - 4 mesi fa

    Per andare dove? 17 anni persi dalla Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy