Cecchi Gori e il ritorno a casa: “Brutto colpo, sono stato fortunato”

Cecchi Gori e il ritorno a casa: “Brutto colpo, sono stato fortunato”

“Adesso sono dimagrito, almeno quindici o venti chili, sicuro. Non ho fatto la dieta, figuriamoci, è che a stare in ospedale ti passa la fame”

di Redazione VN

«Come sto? Suvvia, bene, ho ripreso anche colore, sennò non sarei qui a casa mia. Non mi sono accorto di essere esaurito, ero tanto stanco, stanchissimo, prostrato da tanti avvenimenti brutti. Adesso sono dimagrito, almeno quindici o venti chili, sicuro. Non ho fatto la dieta, figuriamoci, è che a stare in ospedale ti passa la fame, mangi poco e niente, e poi ero impegnato con la riabilitazione». Così si racconta Vittorio Cecchi Gori al Corriere della Sera al suo primo giorno di convalescenza domestica, dopo oltre due mesi di ricovero al Policlinico Agostino Gemelli, dov’era stato trasportato d’urgenza la vigilia di Natale per ischemia cerebrale con complicazioni cardiache. Codice più che rosso. Reparto di terapia intensiva, a 75 anni.

 

Violanews consiglia

I tifosi, Astori e una promessa: “Tua figlia saprà da una città intera la tua storia”

Astori, l’editoriale di Sconcerti: “Ha restituito un’anima unica ad una Firenze divisa”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy