altre news

Caschi e mazze, due in ospedale. Aggressione shock a Fiesole dopo gara Juniores

Caschi e mazze, due in ospedale. Aggressione shock a Fiesole dopo gara Juniores

Dopo la gara Juniores tra Fiesolecalcio e Rondinella gli spalti sono stati aggrediti da una quarantina di giovani all'uscita dal campo

Redazione VN

Animi accesi, in campo e sugli spagli, e poi la situazione è improvvisamente precipitata con due ragazzi finiti addirittura in ospedale. E' stato questo l'epilogo di Fiesolecalcio-Rondinella (campionato Juniores Provinciali) andata in scena ieri al "Poggioloni" delle Caldine e vinta con un rigore a tempo scaduto dagli ospiti. Dopo il triplice fischio - riporta La Nazione - fuori dall'impianto il post partita ha preso una deriva impensabile per un pomeriggio di calcio giovanile, con i giocatori della Rondinella attesi all'uscita da una quarantina di "tifosi" locali con caschi in mano e bastoni per colpire e far male.

Due calciatori della Rondinella sono finiti in ambulanza al pronto soccorso per le botte riportante, mentre i carabinieri intervenuti sul posto stanno cercando di identificare i partecipanti al raid. "Si sono schierati in due ali, hanno atteso il nostro passaggio e ci hanno chiusi da dietro. Prima gli sputi, poi hanno cominciato a picchiare con manici di scopa e i caschi" accusa un membro della squadra ospite mentre dalla società di Fiesole il ds si dissocia da questa aggressione e si scusa con la Rondinella. Secondo la ricostruzione, dopo un match molto tirato e pieno di tensione si sono aggiunti altri partecipanti alla spedizione punitiva:  gente di diciotto, vent’anni, forse anche meno. Inoltre - dettaglio inquietante - sono stati usati manici di scopa segati per creare una specie di spranga.