Bressan: “E. League deve essere un obiettivo. Ci sono i numeri per fare il turnover”

Bressan: “E. League deve essere un obiettivo. Ci sono i numeri per fare il turnover”

L’ex viola Mauro Bressan: “Nessuno conosce lo spogliatoio meglio di Sousa, fate decidere a lui”

di Redazione VN

L’ex centrocampista della Fiorentina Mauro Bressan è intervenuto ai microfoni di Radio Blu per commentare la prossima partita dei viola contro il Qarabag: “L’Europa League deve essere un obiettivo per questa squadra, ma bisogna segnare di più. Salcedo e Sanchez non li conoscevo. Il primo ho visto che si muove benissimo per me è stata una novità, Sanchez ha fatto un inizio campionato esaltante e sta dando una grossa mano al gruppo. L’occhio lungo di Corvino non si è sbagliato neanche stavolta. I giocatori devono trovare però anche continuità di gioco. In attacco Sousa può esprimersi come crede: 3 punte, 2 esterni offensivi o Borja Valero dietro le punte. I giocatori ci sono, l’allenatore deve provare varie soluzioni in partita. Babacar quando avrà continuità potrà far bene, è molto bravo nel dribbling e salta bene l’uomo. La nota positiva di questo inizio di stagione è la rosa numerosa: Sousa può permettersi di fare turnover e provare numerose soluzioni.
Bernardeschi è un talento assoluto, ha avuto un attimo di difficoltà, ma avrà avuto le sue ragioni. Nessuno conosce lo spogliatoio meglio del mister. Il ragazzo non si discute e sarà un faro della Fiorentina del futuro. Ilicic è devastante quando è in forma, ma non è continuo. Qarabag? Non ne conosco i giocatori, ma quando si fa l’Europa League può succedere di incontrare queste squadre semi sconosciute che però hanno voglia di fare e ti possono creare qualche disturbo. La viola può fare la sua partita e trovare i gol che mancano, cercando la prima vittoria anche in Europa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy