Bellucci racconta: “Avevo l’accordo con la Fiorentina ma mi tirai indietro, feci una brutta figura”

Claudio Bellucci e un retroscena che riguarda la Fiorentina

di Redazione VN

Al sito bolognese 1000cuorirossoblu.it, l’ex giocatore del Bologna Claudio Bellucci ha raccontato un retroscena sulla sua carriera:

Carlo Mazzone? Un grande, mi ha ridato vigore nella carriera. E’ stato come un padre, dentro e fuori dal campo. Stavo per andare alla Fiorentina, perché a Bologna avevo poco spazio nonostante mi allenavo come un dannato. La società viola era stata appena acquisita dai Della Valle, era in Serie B e io volevo ricominciare da lì. Ormai avevo preso accordi con la Fiorentina. Qualche giorno più tardi, Guidolin dette le dimissioni. Mi arrivò una chiamata da un numero che non riconobbi subito: ‘A ragazzì, ndo vai?’ Mazzone lo avevo avuto a Napoli, con lui avevo fatto molto bene. Feci una brutta figura con la Fiorentina, ma appena mi chiamò Carletto mi sono sciolto in un attimo. Da quella chiamata, il primo mese non ho mai giocato”. Mi continuava a dire: ‘Lascia fare a me, stai tranquillo. Quando entri non esci più’. Ebbe ragione. Per lui mi sarei buttato dalla finestra, era ed è tutt’ora per me un grande punto di riferimento. Ancora oggi, con i miei ragazzi, uso qualche frase che lui usava con me.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy