Arbitri: ecco i nostri top e flop del 2020

Tra le cose positive del 2020 il congiungimento degli arbitri di A e B

di spagnini
Rizzoli-nicchi

Il 2020 il Covid ha influito sicuramente anche nel mondo arbitrale perché la mancanza di raduni, degli scambi della quotidianità ha certamente nuociuto al miglioramento collettivo. Il congiungimento fra gli arbitri di A e B è stata una cosa ottima perché serve per far capire ai nuovi come funziona anche l’arbitraggio in Serie A. Se ti alleni con i più bravi non puoi che migliorare, anche se a mio avviso è stata fatta troppo tardi perché negli ultimi anni hanno lasciato diversi ottimi fischietti come Banti, Tagliavento e Mazzoleni che potevano portare la loro esperienza ai più giovani.

I giovani emergenti

Ayroldi sta facendo bene e poi vedo bene anche Sacchi e Forneau prima di Fiorentina-Verona dove non ha diretto bene. Loro tre possono essere importanti per il girone di ritorno quando ci saranno

I flop

Manganiello e Parietto che sono stati dirottati spesso in Serie B stanno deludendo e poi ci sono anche due internazionali come Guida e Maresca che non hanno ancora trovato la concentrazione giusta per tornare ai loro standard degli anni passati

I top

Mariani sta facendo un’annata interessante, Di Bello ha ritrovato la forma giusta, poi devo ricordare Doveri un arbitro con grande forza e carattere che è diventato internazionale molto tardi e che evidentemente non ha molti santi in paradiso. Poi non dimentico Calvarese che ha molta esperienza pur senza essere mai stato internazionale. Infine non possiamo dimenticare Orsato che molti considerano il miglior arbitro del mondo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy