Altro che Halloween… Fiorentina, i fantasmi arrivano in anticipo

Altro che Halloween… Fiorentina, i fantasmi arrivano in anticipo

Riavvolgendo il nastro delle ultime stagioni scopriamo che affrontare il Cagliari a Firenze non è mai stato troppo semplice

di Redazione VN

Per i tre punti, per migliorare una classifica comunque, tutto sommato, in linea con le aspettative di inizio stagione e per allungare il filotto di vittorie al Franchi. Ma non solo. I motivi per fare bene contro il Cagliari li possiamo ricercare anche nelle amarezze del recente passato. Alla beffa di cinque mesi fa, prima di tutto, quando una Fiorentina in piena corsa per l’Europa inciampò in casa alla penultima di campionato proprio contro la formazione sarda, allora guidata da Diego Lopez. Lo 0-1 finale firmato Pavoletti valse la salvezza per i rossoblù, mentre i viola – inspiegabilmente giù di tono e nervosi – dovettero salutare definitivamente ogni velleità europea.

Non solo: l’atteggiamento ostruzionistico tenuto dal Cagliari per tutto il secondo tempo fece saltare i nervi a Veretout, innescando la rissa finale che portò alla squalifica del francese per tre giornate. Una pagina pessima degli ultimi anni viola, da cancellare al più presto. Ma riavvolgendo il nastro delle ultime stagioni scopriamo che affrontare il Cagliari a Firenze non è mai stato troppo semplice. L’eccezione è il 4-1 del primo anno di Montella, dopo il quale arrivò l’1-1 condito dagli infortuni di Mario Gomez e Cuadrado del 2013-2014. A ruota la sconfitta per 1-3 e la vittoria striminzita per 1-0, entrambe con Sousa in panchina. EPPURE PER QUALCUNO IL CAGLIARI E’ IL MIGLIOR AVVERSARIO DA AFFRONTARE PER LA FIORENTINA…

Violanews consiglia

Fascia di capitano, la richiesta del Cagliari: una deroga al Franchi nel nome di Davide

Amoruso: “Non sottovalutiamo il Cagliari. Simeone? Non è un bomber”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy