Acque agitate al Milan: Li Yonghong prepara un’azione legale contro Fininvest

Dopo il no al Settlement Agreement da parte della UEFA, ora è il presidente del Milan, Li Yonghong, a cercare il contrattacco

di Redazione VN

Secondo quanto rivelato da Milano Finanza, il presidente del Milan, Li Yonghong è pronto a sferrare il contrattacco dopo il no della UEFA alla richiesta rossonera di Settlement Agreement. Il proprietario dei rossoneri ha chiesto agli avvocati di Gianni Origoni Grippo Cappelli &Partners di studiare un’azione legale con Finivest.

Con la decisione resa nota nei giorni scorsi, il Milan rischia di avere ripercussioni negative sul proprio futuro, in attesa della decisione della UEFA che arriverà per la metà di giugno. La bocciatura da Nyon – scrive pianetamilan.it – è dovuta alle incertezze sul rifinanziamento del debito con il fondo Elliott e, di conseguenza, sulla solidità patrimoniale dello stesso Li Yonghong, soggetto anche di un’inchiesta della procura di Milano.

Per questo, come riferito dal portale milanese di finanza, la Rossoneri Sport Investment ha incaricato il suddetto studio legale per “una valutazione dei profili di tutela del proprio investimento (740 milioni) nel Milan in caso di soccombenza nei confronti dell’Uefa”, con uno studio approfondito delle clausole del contratto firmato il 13 aprile dell’anno scorso con Fininvest. La dirigenza cinese è convinta che solo il bilancio del 2017 è opera della nuova gestione, mentre gli altri documenti finanziari, finiti nel mirino dei tecnici di Nyon, arrivano dalla precedente gestione.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Il Viola di Gallipoli - 3 anni fa

    Perché nel contratto c’era scritto che, rilevando il Milan, la Uefa avrebbe sicuramente chiuso un occhio sull’enormità di debiti che avevano?

    Qui c’è semplicemente qualcuno che pensava di essere un capitano d’industria e di poter giocare al proprietario di una squadra di calcio.

    Già il fatto che lo abbia pagato 750 milioni fa capire quanto sia furbo il tipo.

    Se poi questo finale fosse già previsto (col ritorno in pompa magna del vecchio proprietario), probabilmente non lo sapremo mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 anni fa

      Ma non hai capito che sono tutti i fondi neri di Berlusconi ad essere oggetto del problema? Come faceva a riciclare questa quantità di denaro? Adesso aspetto di vedere Report di lunedì cosa ci racconta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy