“Amuleto” Théréau? Con lui in campo viola quasi da “Champions”, senza… da ultimo posto!

“Amuleto” Théréau? Con lui in campo viola quasi da “Champions”, senza… da ultimo posto!

Incredibile statistica quella che riguarda la differenza del rendimento della Fiorentina con la presenza in campo (o meno) dell’attaccante francese

di Roberto Vinciguerra, @RobWinwar

Può un giocatore condizionare il rendimento di una squadra, al punto che, con la sua presenza sul terreno di gioco la propria formazione ha un rendimento superiore a 10 volte, ripetiamo dieci volte, rispetto a quando non gioca?
La risposta è “SI” è ha un nome: Cyril Théréau.
La Fiorentina ha totalizzato, sin’ora, 28 punti in 21 gare in campionato. Nelle 6 partite disputate senza l’attaccante francese la squadra di Pioli ha guadagnato solo un punto (pareggio di Ferrara) e collezionato 5 sconfitte (Inter, Sampdoria, Crotone, Roma e, nuovamente, Sampdoria), conseguendo un media disastrosa di solo 0,17 punti a partita.
Con l’attaccante transalpino in campo, invece, la Fiorentina ha totalizzato 27 punti in 15 partite, cioé 1,8 punti in media partita, rendimento 10 volte  superiore a quello senza Théréau in campo.
Coincidenze? Dalle statistiche pare di no. In generale ci sono 5 fatti sul gioco del calcio che sono importanti (segnare reti, non subirne, giocare in velocità, creare spazi e toglierli agli avversari), ma la squadra viola deve seguire anche questa statistica e tenersi stretto questo “amuleto” in vista del prosieguo del torneo.
———————————————-
Di seguito la classifica di Serie A con le proiezioni dei punti della Fiorentina in base al rendimento con e senza Théréau:
54  Napoli
50  Juventus*
43  Lazio*
43  Inter
40  Roma*
38  Fiorentina [media con Théréau in campo]
33  Sampdoria*
31  Milan
30  Atalanta
29  Udinese*
29  Torino
28  Fiorentina
27  Bologna
22  Chievo
22  Sassuolo
21  Genoa*
20  Cagliari
18  Crotone
16  SPAL
13  Verona
07  Benevento
04  Fiorentina [media senza Théréau in campo]

* una gara in meno

VNCONSIGLIA1

VIDEO – Il gesto del Var? Risale a 34 anni fa

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 6 mesi fa

    Il problema è che le statistiche, nel calcio, vanno interpretate e non prese come verità assolute.

    Nella fattispecie, con Thereau in campo la Fiorentina è senz’altro più vincente; ma questo perché quando gioca Thereau generalmente lo fanno anche gli altri dieci titolari fissi di Pioli, e si sa bene che il grosso difetto di questa squadra risiede nell’abissale differenza tra i titolari e le riserve che, a parte qualche sporadica eccezione (Dragowski, Vitor Hugo, Milenkovic, Babacar quando ne ha voglia), sono per lo più giocatori da Serie B.
    Ma questo, anche alla luce del rendimento recente di Thereau, non significa che il francese sia un giocatore di categoria superiore, anzi; gli ultimi mesi (esattamente dal 22 ottobre scorso, doppietta “dell’ex” decisiva in Fiorentina-Udinese 2-1, ultima occasione nella quale non solo abbia segnato ma abbia anche fornito una prestazione positiva) dimostrano incontrovertibilmente che Thereau è un giocatore di livello medio e soprattutto è un quasi trentacinquenne che in nessun modo può giocare un’intera stagione da titolare fisso, anche in assenza di coppe.

    Se esistono due ruoli nei quali la formazione titolare della Fiorentina possa (e debba) decisamente essere migliorata nonostante le modeste disponibilità, questi sono il suo e quello di Biraghi: lui e il terzino sinistro ex Pescara, in una squadra che davvero volesse puntare all’Europa, potrebbero essere delle utilissime riserve, ma come titolari mostrano decisamente la corda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy