Toldo: “Essere il portiere della top 11 mi riempirebbe d’orgoglio”

Toldo: “Essere il portiere della top 11 mi riempirebbe d’orgoglio”

L’ex viola: “Arrivai che ero più che un ragazzo e me ne sono andato da uomo. Stagioni indimenticabili, sempre con grande feeling e alla fine credo che la gente abbia apprezzato il mio entusiasmo e i miei valori”

di Redazione VN

Sul Corriere Fiorentino troviamo un’intervista all’ex portiere della Fiorentina Francesco Toldo. Queste alcune sue dichiarazioni: “Quando ho ricevuto l’invito della Fiorentina mi sono emozionato e sono andato col pensiero ai miei anni trascorsi al Franchi. Arrivai che ero più che un ragazzo e me ne sono andato da uomo. Stagioni indimenticabili, sempre con grande feeling e alla fine credo che la gente abbia apprezzato il mio entusiasmo e i miei valori.

Parare? Quello penso di averlo fatto abbastanza bene negli otto anni di Firenze, anche se non ero troppo bravo nelle uscite alte. Galli in questo mi superava, Sarti e Albertosi invece me li ricordo davvero poco, ero un bambino quando giocava gli ultimi anni col Milan.

La top 11 di sempre? Non posso negarlo, mi farebbe davvero molto piacere vincere questa classifica. Mi riempirebbe d’orgoglio essere il primo tra i portieri ed entrare così nella storia della Fiorentina. Non è che però posso mettermi a fare una campagna elettorale per farmi votare, magari potrei chiedere a qualche amico che ancora ho nelle televisioni fiorentini di trasmettere delle mie vecchie parate. Come quella su Kanu contro l’Arsenal? Quella se la ricordano tutti, con il trionfo di Wembley insieme ad una squadra fortissima. Immagino che Batistuta farà il pieno di voti, ma voglio vedere proprio se ci sarà una formazione ideale che non comprenda lui e Antognoni: che spettacolo sarebbe stato vederli giocare insieme. Magari pure insieme a Rui Costa.

Ci proverò in tutte le maniere ad essere al Franchi il 28 agosto. L’Inter, per cui lavoro, gioca nel pomeriggio dello stesso giorno, ma cercherò di organizzarmi al meglio, ci tengo molto. Mi sento davvero fortunato a poter vivere momenti del genere, Firenze è unica e sono onorato di aver scritto pagine importanti per la Fiorentina”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Julinho - 2 anni fa

    Caro Cecchino con tutto l’affetto possibile ed immaginabile te la puoi giocare solo per il posto di terzo tra tanti grandi che la Fiorentina ha avuto. Purtroppo per te ce ne sono due stellari che se la giocano:
    Sarti e Albertosi. Dei due l’uno era più di testa e giocava con posizione e anticipo su ciò che doveva fare, l’altro più eclettico e completo a 360° con uno stile che tra i pali in pochi hanno dimostrato. Personalmente ritengo Albertosi il più grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy