Kalinic, quando il tacco diventa una bella abitudine

Kalinic, quando il tacco diventa una bella abitudine

Kalinic ha sorpreso il Sassuolo ieri con il colpo di tacco. La stessa cosa era avvenuta agli Europei contro la Spagna

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Kalinic torna a segnare al Franchi, spezzando un incantesimo che, in campionato, durava da aprile. Due gol, quelli siglati al Sassuolo, uno più bello dell’altro. Il secondo, in particolare, una perla da vedere più volte al rallenty. Cross perfetto di Chiesa e splendido colpo di tacco ad anticipare Cannavaro e Consigli. Una giocata alla Crespo potremmo dire. E’ anche vero, però, che Nikola ha dimostrato di avere in canna un colpo del genere.

La memoria allora ci porta agli Europei di Francia, in particolare allo scorso 21 giugno. La gara è quella tra Spagna e Croazia. Le Furie Rosse si portano in vantaggio al settimo minuto del primo tempo con Morata, ma al 45′ Kalinic agguanta il pareggio con un tacco che lascia di sasso De Gea. Alla fine sarà proprio la nazionale a scacchi biancorossi a vincere la partita per 2-1 grazie alla rete di Perisic all’87’.

Gol belli o no, l’importante è che Kalinic continui a fare il suo mestiere: segnare.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy