“Viva Firenze, viva il suo Capitano”. La ‘pennellata’ di Rialti sulla tragedia Astori

“Viva Firenze, viva il suo Capitano”. La ‘pennellata’ di Rialti sulla tragedia Astori

Alessandro Rialti, responsabile della redazione fiorentina del Corriere dello Sport – Stadio, ci manda il suo contributo per ricordare la figura di Davide Astori

di Alessandro Rialti

Ancora un grande dolore. A Firenze è stato portato via il suo Davide. La colonna portante di questa sua piccola e imperfetta Fiorentina, squadra acerba, comunque amata proprio per il suo essere giovane e forse anche un po’ indifesa. E la città davanti a questi drammi a questa ingiustizia, davanti a queste ferite sa sempre come reagire: con l’amore. Viva Firenze che in migliaia corre al Franchi per lasciare uno striscione, una sciarpa, un bigliettino per scrivere il suo «grazie capitano».

Viva la Firenze che domani correrà al Centro tecnico Federale di Coverciano per avere un attimo di intimità con il suo gigante buono al quale è stato piano piano fermato il cuore. Viva Firenze che domenica entrerà al Franchi per contribuire a una coreografia di immensa tenerezza per quell’omone con la barba che cercava di aiutare la sua piccola squadra, figlia di un’estate vissuta di corsa e senza finanziamenti. Viva la Firenze che per una volta non metterà al primo posto le tante cose che non hanno funzionato e non funzioneranno, le sconfitte, gli errori, le lontananze dei Della Valle, le gare corse contro vento. Viva la Firenze con le lacrime agli occhi, come troppe volte.

Ricordiamocele tutte, i dolori, i colpi di bisturi all’anima. Gli incidenti di Guerini, Roggi e Caso. La paura per la vita di De Sisti e Antognoni, la privazione feroce di Mario Cecchi Gori. Il fallimento, il vuoto, la solitudine fino alla rinascita. Certo che questa volta sarà ancora più dura vedendo quella famiglia colpita, annientata. Per questo Firenze sarà ancora più dolce e presente. Perché è un dovere per il nostro Davide, per una colonna che state sicuri nessuno dimenticherà mai. Viva Firenze, viva il suo capitano.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TonyManero - 9 mesi fa

    Pier Cesare Baretti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. DavideAstori13 - 9 mesi fa

    Il mio omaggio al nostro capitano è l’adottare PER SEMPRE il suo nome e la sua maglia sperando che questa tragedia possa servire a tutti noi tifosi, alla società, ai giocatori, ai dipendenti e a tutti quelli che amano la Fiorentina di vederci uniti nel nome di questo ragazzo che ci ha lasciato troppo presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13724924 - 9 mesi fa

    Giusto x fare 2 nomi ci metterei anche il grande Mario Ciuffi,Pompa,Tanturli!Grande Rialti!Onore al capitano13!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. manolo - 9 mesi fa

    Rialti sa trovare le parole giuste che colpiscono al cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bernard - 9 mesi fa

    SEI GRANDE , RIALTI : UN NOBILE CUORE VIOLA !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Antonio da Papiano - 9 mesi fa

    Complimenti a Rialti. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ark88 - 9 mesi fa

    Aggiungerei anche PierCesare Baretti…

    CIAO CAPITANO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. i'campigiano - 9 mesi fa

    Un pensiero che lenisce questo grande dolore, ciao Davide.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rudy - 9 mesi fa

    Le parole odierne di Buffon sono la base da cui ripartire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy