UFFICIALE – Lo stadio delle Due Strade intitolato a Gino Bozzi

UFFICIALE – Lo stadio delle Due Strade intitolato a Gino Bozzi

Si conclude positivamente la ‘battaglia’ di Violanews

di Lorenzo Agostini

Durante l’ultima seduta la giunta fiorentina ha deliberato, quest’oggi, una variazione importante che riguarda lo stadio delle “Due Strade”. Grazie soprattutto all’impegno profuso dell’assessore allo sport Andrea Vannucci negli ultimi mesi, lo stadio delle “Due Strade” (mai intitolato ufficialmente a nessuno in passato secondo i controlli effettuati dall’assessore stesso), come da delibera odierna, verrà ufficialmente intestato nei prossimi giorni a Gino Bozzi, il partigiano fiorentino morto il 4 gennaio 1944 a Pistoia, dopo avere riportato gravi ferite in seguito ad un agguato di militanti fascisti la settimana precedente.

BOZZINelle settimane successive alla liberazione di Firenze, avvenuta l’11 agosto 1944, il nome dello stadio delle “Due Strade”, per dare anche un forte segnale di cambiamento politico alla popolazione fiorentina, passò da “Stadio del Littorio” a “Gino Bozzi”, anche se, ufficialmente, non venne mai ratificata questa denominazione. Nel dicembre del 1944 per commemorare la memoria del partigiano fiorentino, venne organizzata anche una manifestazione, la “Coppa Bozzi”, a cui presero parte 48 squadre. Nello stesso periodo, nell’intento di ricordare Gino Bozzi, nacque anche una squadra di calcio denominata “Movimento Giovanile Comunista Gino Bozzi”, che disputava le gare interne presso lo stadio delle “Due Strade”, la quale formazione si tolse anche la soddisfazione di battere per 1-0 addirittura la Fiorentina nella prima gara ufficiale disputata dai viola nel dopoguerra il 2 aprile 1945.

Sparirà, quindi, l’attuale denominazione “Bruno Buozzi” che, tra l’altro, non aveva mai trovato una ragione logica di esistere, se non quella di un errore marchiano commesso in passato, il quale, ripetuto e mai corretto, aveva indotto all’errore diverse istituzione, tra cui la FIGC stessa.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Torquemada - 3 anni fa

    Bruttissima pagina di sport. Sarebbe stato meglio intitolarlo ad un eminente personaggio sportivo di Firenze, che si è distinto o ha lottato per i nostri colori. rifarsi a fatti di 70 anni prima, pur con il dovuto rispetto, lo trovo oltremodo offensivo per la cultura sportiva di Firenze. Da censurare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Leon - 3 anni fa

    Redazione dove sono i miei due commenti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leon - 3 anni fa

    E poi è veramente brutto parteggiare per una parte e basta, Firenze era divisa a quei tempi tra chi stava da una parte e chi dall’altra. Non è giusto prendere oggi una posizione politica nella sport. Brutto davvero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Leon - 3 anni fa

    E chi se ne frega? Con tutti i problemi che ci sono queste sono le battaglie di oggi…Che tristezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy