Bucchioni: “Zarate non è un giocatore. Farlo giocare è una sconfitta di idea di calcio”

Bucchioni: “Zarate non è un giocatore. Farlo giocare è una sconfitta di idea di calcio”

“L’anno scorso la squadra ha fatto bene perché Sousa ha fatto il furbetto, cioè ha fatto una preparazione sulla velocità per partire in maniera lanciata”

9 commenti
Bucchioni

Il giornalista Enzo Bucchioni ha parlato così a Radio Blu: “Partite come quelle con lo Slovan lasciano poco sul piano tecnico ed emozionale. La speranza è che ci sia la svolta. Non oso pensare che la Fiorentina non riesca a vincere domani. La Fiorentina è moscia e demotivata. Questa squadra ha un gioco involuto e che non riesce a supportare.

Kalinic non segna perché gli arrivano i palloni in ritardo a differenza della scorsa stagione. L’anno scorso la squadra ha fatto bene perché Sousa ha fatto il furbetto, cioè ha fatto una preparazione sulla velocità per partire in maniera lanciata. La società non doveva ripartire dai primi mesi della stagione passata.

Zarate? Non lo considero nemmeno un giocatore di calcio. Ha dei grandi colpi, come le punizioni contro il Qarabag, ma quando gli si chiede di giocare a calcio, lasciamo perdere. Non passa mai la palla. Bisogna solo sperare che scardini le difese chiuse. Se Sousa lo fa giocare dall’inizio è perché, primo, non lo vuole scontentare troppo, secondo perché il tecnico ha capito che c’è qualcosa che non va nel gioco. Se Sousa rischia il posto? Al momento è inevitabile che sia così”.

9 commenti

9 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ciccio Baiano - 2 mesi fa

    da quando siete affiancati a gazzetta con le registrazioni, vi si scrive in 4 al giorno…mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. franco55 - 2 mesi fa

    Bucchioni taci, per favore taci, tu capisci di calcio come il mio carlino, dopo il mercato difendevi le scelte societarie compreso il pseudo allenatore, ora critichi tutti, cosa non ti hanno dato??????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. massimopr_790 - 2 mesi fa

    Bucchioni dovrebbe solo stare zitto. Fino all’altro giorno giustificava anche le scelte ingiustificabili della Società. Adesso all’improvviso è diventato il peggiore oppositore delle scelte della Fiorentina. Ma che gli hanno fatto per provocare questo improvviso cambiamento di linea. E’ chiaro che non è più credibile al pari di quasi tutti i giornalisti fiorentini che non lo sono mai stati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Porto Santo l'isola dorata - 2 mesi fa

    Buongiorno,

    Come tutti noi sto accompagnando la Fiorentina da tempo e vedo che nel tempo nell’ambito del giornalismo ci sono delle trasformazioni che, a confronto, quelle dei politici sono barzellette.
    Me ne vengono a mente due. Il Sig. Brovarone ed il Sig. Bucchioni.
    Se andiamo a rivedere le dichiarazioni dei due qualche tempo fa possiamo trovare mille e una giustificazioni all’operato della società (soprattutto) ed a quello dei giocatori. Giustificazioni che sembravano rasentare la paggeria e, tanti di noi, rimanevano colpiti da tanta sudditanza verso personaggi che non avrebbero meritato tanto.
    Quando la maggior parte dei giornalisti faceva rilevare le gravi difficoltà in cui si trovava la società, la scarsa qualità degli acquisti, Brovarone e Bucchioni (sarà la nuova B&B di Firenze?) riuscivano sempre a giustificare e comunque tutto quello che proveniva dal settore Viola.
    Poi………… poi all’improvviso una cambiamento radicale fino a rasentare il rancore, quasi l’odio verso tutto quello che prima era osannato. Cosa è successo? Sarebbe interessante saperlo direttamente dai due ma, conoscendo il loro mondo, dove si dice sempre e solo quello che non si pensa ma secondo le situazioni in cui si trovano, non lo sapremo mai.
    Una cosa è certa. Suscitano sempre rabbia sia prima che dopo perché si vede che i loro giudizi non sono mai obiettivi e corrispondenti alla realtà.

    Oggi, sentendo le varie radio quello che più colpisce è come tanti addetti ai lavori “LO SAPESSERO”.
    Accendi una qualsiasi radio legata alla Fiorentina ed ascolti il locutore di turno che sapeva tutto quello che sarebbe successo. Quelli che reclamavano le due punte, dopo l’Atalanta dicevano che sapevano che non sarebbero servite a niente. Quelli che avevano esultato per la vendita di LJiaic adesso si rammaricano perché non è stato ripreso. Quelli che denigravano le qualità di Alonso quando lo prendemmo a zero dal Bolton adesso lo ritengono insostituibile.

    Non c’è dubbio che la società ha sbagliato e tanto, non c’è dubbio che non abbiamo i migliori giocatori del mondo ma non c’è nemmeno dubbio che ci sono tanti, tantissimi avvoltoi pronti a sottolineare la loro bravura nel prevedere le cose e nel dire “io l’avevo detto”.

    Saluti a tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bitterbirds - 2 mesi fa

      novello hemingway dalla prosa sintetica

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Porto Santo l'isola dorata - 2 mesi fa

        La capisco in quanto lei non potrebbe sentirsi nemmeno un novello Stanlio in quanto ha dimostrato più volte che la sua ortografia è di scarsa qualità. La capisco anche perché l’ignoranza non è un difetto è uno stato di fatto.
        Stia bene

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. bitterbirds - 2 mesi fa

          già, brutta cosa l’ignoranza, come quando si confonde “paggeria” con “piaggeria”. scuole serali ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Porto Santo l'isola dorata - 2 mesi fa

            Si vada a vedere i significati e abbandoni le scuole serali, probabilmente non riuscirà a migliorare di come miseramente è! TUTTA UNA FRUSTRANTE CONTRADDIZIONE

            Mi piace Non mi piace
          2. bitterbirds - 2 mesi fa

            ecco un altro che d’un tratto perde il savoir faire. eppure era tanto carino educato con tutti quei buongiono-buonasera-saluti a tutti

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy