Ipse dixit Cesare: dalla conferma di Iachini al ruolo di Amrabat

Le parole di Prandelli degli ultimi mesi sulla Fiorentina: “Potrebbe essere la sorpresa del campionato”

di Simone Bargellini, @SimBarg
Cesare Prandelli

E’ il giorno del ritorno di Cesare Prandelli, che alle 13 (diretta testuale su VN) racconterà le emozioni di allenare nuovamente la Fiorentina. E spiegherà quali sono le sue idee per rilanciare la squadra viola. Ma qualche indizio il tecnico di Orzinuovi lo aveva già dato nelle interviste dei mesi scorsi, parlando da osservatore esterno senza potersi immaginare che si sarebbe poi ritrovato protagonista in prima persona. “La Fiorentina può essere la sorpresa del campionato” disse Prandelli il 15 settembre, manifestando dubbi sull’ipotesi Amrabat regista. Sul ruolo del marocchino si era già espresso il 26 agosto: “Mi immagino lui e Castrovilli interni, che sarebbero una delle migliori coppie di mezzali in Italia, con Pulgar a dare equilibrio” il suo pensiero (quando però non erano ancora arrivati Bonaventura e Borja Valero). E andando a ritroso, è curioso rileggere ciò che disse Prandelli il 28 luglio sulla scelta dell’allenatore della Fiorentina per la nuova stagione: “Confermerei Iachini al 100%”. A conti fatti, per lui è stata una fortuna.

E SE LA SORPRESA FOSSE BATISTUTA?

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lusoviola - 3 settimane fa

    Secondo me il modulo dipenderà molto da pulgar nel senso che se è il giocatore capace di fare aperture di 30/40 metri e capace di grandi coperture e recuperi palla allora si gioca con lui diciamo regista e amrabat e Castrovilli interni, se invece è quello che si nasconde nel campo e che massimo fa il passaggio di 10 metri laterale allora io metterei dentro duncan e lo proverei accanto ad amrabat, il nocciolo della questione è regista e a seguire l’attaccante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 3 settimane fa

      ragionamento che ha un senso

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ammazzalavecchiacolgas - 3 settimane fa

      Io la butto lì, ma in quel ruolo potrebbe starci, e magari meglio di tutti, anche Quarta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. D612V - 3 settimane fa

        Eh…pare che sia nato come centrocampista su quel genere poi arretrato in difesa…non hai detto una cosa tanto campata in aria

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MAXgobbomai - 3 settimane fa

    Its 433 boys

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iG - 3 settimane fa

      fosse per IG si giocherebbe sempre cosi:

      4Quarta Milenkovic Pezzella Caceres
      2Pulgar Amrabat
      3callejon castrovilli ribery
      1vhlaovic

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Larry_Smith - 3 settimane fa

        Gli esterni bassi devono essere in grado di attaccare altrimenti ci facciamo schiacciare e non siamo incisivi sulle fasce. Quindi Lirola e Biraghi al posto di Martinez e Caceres

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. D612V - 3 settimane fa

        Un Biraghi in stile Pasqual ci vuole per forza…troppo bloccata così

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Burlamacchi - 3 settimane fa

    Tanto per fantasticare: potrebbe essere un 4231, con Duncan al fianco di Amrabat e Castrovilli alto in mezzo a Ribery e Callejon dietro la punta.

    Oppure mi pare abbia provato anche a giocare col rombo, che vorrebbe dire un Pulgar (o anche Duncan secondo me) basso e la possibilità di impiegare da una parte Amrabat da mezzala e mettere Castrovilli e Bonaventura uno mezzala e uno vertice alto del rombo. Però verrebbe meno l’impiego di Callejon.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. 29agosto1926 - 3 settimane fa

      Credo che questa squadra sia più adatta ad un 4.3.3 che d un 4.2.3.1 e che comunque tutto dipende dalla posizione di Castrovilli che potrebbe, facendo i movimenti giusti, passare benissimo dal 4.2.3.1 al 4.3.3. Basta infatti che in fase di non possesso si abbasi a ridosso dei centrocampisti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Burlamacchi - 3 settimane fa

        Si in linea generale sono d’accordo con te, ma nella pratica giocare con 3 centrocampisti porta a dover scegliere chi fa da vertice basso.
        Se vogliamo spostare Amrabat più avanti, la scelta ricade su Pulgar.

        Magari Prandelli riesce a rivitalizzarlo, chi lo sa.

        Secondo me Castrovilli va avvicinato alla porta o comunque deve avere un po’ più di spazio per inventare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy