Prandelli e il rinnovo: i due piatti della bilancia. Prossimi risultati determinanti

È stato Prandelli a chiedere l’arrivo del terzino Kevin Malcuit e ha accettato di buon grado, dopo aver parlato con Mancini e Capello, l’arrivo di Kokorin

di Redazione VN

Sulle pagine de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai parla del futuro di Cesare Prandelli e del mercato in entrata della Fiorentina. Dalla sua parte il tecnico viola ha la valorizzazione di Vlahovic ed il rapporto con la città. Inoltre, Commisso ed i suoi manager hanno apprezzato molto la linea del tecnico ribadita ieri in conferenza stampa: “Il mio futuro? Non sarò mai un problema per la Fiorentina. Do la mia disponibilità, poi le scelte le farà la società”. Però per rendere più forte la candidatura a un nuovo contratto, in questo caso pluriennale, Prandelli ha bisogno di alzare il livello dei risultati. Per il momento la sua media è addirittura inferiore a quella di Beppe Iachini. Ecco perché diventa importante il prossimo ciclo di gare.

Di sicuro l’allenatore viola è contento dell’atteggiamento del club in questo mercato invernale. È stato Prandelli a chiedere l’arrivo del terzino Kevin Malcuit e ha accettato di buon grado, dopo aver parlato con Fabio Capello e con Roberto Mancini, l’investimento sull’attaccante russo Aleksandr Kokorin. Ma ci vorranno ancora una decina di giorni prima di averli pronti.

GERMOGLI PH 13 GENNAIO 2021 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI COPPA ITALIA OTTAVI DI FINALE FIORENTINA VS INTER NELLA FOTO ROCCO COMMISSO
12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Baker - 1 mese fa

    Confermare Cesare allenatore sarebbe un autogol clamoroso. Una follia in stile Iachini. Cesare deve entrare in società con un ruolo tecnico attivo. Come mister ci vuole un tecnico moderno ed al passo coi tempi. Uno in stile Juric, per fare un nome.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pino.guastell_9534945 - 1 mese fa

    Sarebbe da folli confermare Prandelli. Commisso non faccia autogol come quello di Iachini. Si affretti invece a prenotare Juric.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Chianti - 1 mese fa

    Prandelli per restare deve convincere al 100% e per ora non lo ha fatto. Gli concedo il fatto di aver avuto un compito difficile dopo il deserto lasciato da chi aveva operato in precedenza ma in ogni caso o cambia passo, e lo fa da subito, o non potrà essere il nuovo allenatore della Fiorentina. Deve vincere e convincere appieno e non basta un mese e mezzo fatto bene come Iachini l’anno scorso. In ogni caso la scelta dovrà essere effettuata dal nuovo ds perché ormai non ha più senso continuare con Pradé. Io suggeriscocome allenatore, in ordine, Sarri, Gallardo, Spalletti, Juric, Italiano. Il primi (soprattutto Sarri) saprebbero creare anche un clima che renderebbe più facile l’opera degli uomini di mercato perché un giocatore rinnova più volentieri con un allenatore del genere in panchina e anche qualche giocatore potrà essere invogliato a tentare l’avventura Fiorentina perché sa che con Sarri le probabilità di approdo europeo e di crescita personale sarebbero ottime. Nuovo DS + Sarri sarebbero decisamente le migliori notizie possibili per la Fiorentina. Dal 2021/2022 si comincerebbe finalmente a divertirsi dopo tanto patire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. 29agosto1926 - 1 mese fa

    Sarei non viene se non prendi fior di giocatori e gli fai una squadra con i fiocchi e Rocco, invece, pensa allo stadio.
    Juric, dopo la cretineria che gli hanno fatto ci manda a quel Paese.
    De Zerbi perché dovrebbe venire da noi se ha richieste da squadre di Premier.
    L’unico papabile è Italiano.
    A Prandelli fai gestire tutto il settore tecnico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      Disamina corretta! FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Chianti - 1 mese fa

      Rocco non pensa solo allo stadio perché Rocco ha investito solo che lo ha fatto male. E comunque resto convinto che questa squadra abbia anche delle qualità e con un allenatore valido e 3/4 acquisti di qualità questa squadra possa fare bene. Ci vuole un altro DS e un allenatore capace per individuare le pedine giuste.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rudy - 1 mese fa

    Commisso approfitti della crisi che si sta manifestando a Napoli e contatti immediatamente Giuntoli (è in rotta con DeLa) per provare a ricomporre a Firenze la coppia con Sarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. dallapadella - 1 mese fa

    Se devi guardare i risultati devi aspettare marzo/aprile, ti tieni probabilmente Pradè ed è più difficile fare una rivoluzione fatta bene.

    Io vorrei che nel mese di febbraio si scegliesse un DS nuovo che scelga il suo allenatore – ovviamente sottotraccia – con il quale deciderà tutto, anche le tendine del pullman – senza malintesi tra loro e senza intromissioni di Rocco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Max13 - 1 mese fa

    Non cominciamo a creare la telenovela del rinnovo del contratto a Prandelli. Fortunatamente la società gli ha fatto solo un contratto fino alla fine del campionato diversamente da Iachini che ha costretto Commisso, sbagliando, di confermarlo. Con tutto il rispetto e l’affetto verso Prandelli non può essere lui il prossimo allenatore viola se Commisso ha veramente intenzione di costruire una Fiorentina più ambiziosa e competitiva, almeno così spero. Ricordiamoci che per ben due campionati la Fiorentina si è trovata invischiata nella zona retrocessione e continuare così sarebbe scandaloso. Il vero problema sono le intenzioni e il progetto tecnico sportivo di Commisso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Lallero - 1 mese fa

    Sarri o Juric e in nuovo ds sarebbe l’unico modo per non cadere in totale depressione. Pirandello a gestire i comparti tecnici, dalle giovanili a prima squadra. Ad c’è questa idea sarebbe l’unico modo per spiegarsi questo fallimentare mercato dopo quello altrettanto fallimentare estivo. Bisogna ripartire da zero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. user-14325196 - 1 mese fa

    A Prandelli vogliamo bene ma, per favore, non lo confermiamo. Si butta via un altro anno. Serve aprire un ciclo con un allenatore ambizioso. Il sogno si chiama Sarri. Se non è possibile arrivare al tecnico di Figline, i nomi “buoni” sono Juric, De Zerbi, Fonseca. Continuare con Prandelli vorrebbe dire ambire al 15esimo posto e rischiare la retrocessione. Innanzitutto dentro un nuovo DS esperto perché Pradé ha palesemente fallito. Dopodiché si sceglie un allenatore con il quale aprire un ciclo e concordare un mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. antonio capo d'orlando - 1 mese fa

      Bello ciò che dici, ma nessuno dei nomi fatti vuol venire a Firenze, in questo momento storico. Nessuno vuole prendersi la gatta da pelare. FV

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy