Nota del PD sul ricorso contro il Viola Park: “Strumentale e immotivato”

Il comunicato: “Il Viola Park rappresenta una grande opportunità per tutto il territorio ripolese, tanto nel presente quanto nel futuro”

di Redazione VN

Dopo mesi di discussione, un confronto continuo e diretto con la cittadinanza e un percorso partecipativo che si è concluso con un voto trasversale in Consiglio Comunale con un solo voto contrario, il ricorso di Italia Nostra appare davvero come l’ennesimo, strumentale tentativo di bloccare un’opera che la stragrande maggioranza dei cittadini di Bagno a Ripoli giudica favorevolmente e che, in special modo dopo un periodo drammatico come quello che stiamo vivendo, potrebbe avere indubbie ripercussioni positive anche sull’economia locale e il mondo del lavoro.
Non spetta a noi entrare nel merito di un ricorso che giudichiamo del tutto immotivato dopo che il progetto ha ottenuto anche l’ok della Soprintendenza, della città metropolitana e della Regione, ma teniamo a ribadire che il Viola Park rappresenta una grande opportunità per tutto il territorio ripolese, tanto nel presente quanto nel futuro. Non volerlo vedere, in nome di preconcetti e pregiudizi che puntano soltanto a demonizzare, è per noi del tutto incomprensibile e inaccettabile e auspichiamo davvero che anche quest’ultimo scoglio possa essere superato per permettere ai lavori di proseguire spediti e concludersi nei tempi previsti.
Allo stesso tempo, in conclusione, prendiamo le distanze e condanniamo le parole di minacce che sono arrivate al Presidente di Italia Nostra Leonardo Rombai. Il rispetto delle persone e delle opinioni altrui non deve mai venire meno.

Mirko Sulli – Segretario Partito Democratico Bagno a Ripoli
Edoardo Ciprianetti – Capogruppo Partito Democratico consiglio comunale Bagno a Ripoli

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fatos viola - 4 settimane fa

    non ho parole per la bassezza di questa gente,anzi gentucola che magari a casa sua
    e’ frustrata e non conta niente o zerbini sul posto di lavoro. Allora dai emergiamo
    sui social o da qualche parte facciamoci vedere …….. che schifo…..!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gerrone - 4 settimane fa

    secondo me per presentare certe recriminazioni sul territorio a nome di tutti ci vorrebbe un minimo di firme tipo 1000…..,non è che ogni beota che si alza può far partire la macchina così ….c e in ballo lavoro soldi e in questi momenti di crisi gettare opportunità come questa come è stato fatto per lo stadio e da infami privilegiati con lo stipendio fisso statale che ovviamente non si preoccupano …,,,ma se la gente non lavora anche gli statali non riscuoteranno più prima o poi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio.godiol_884 - 4 settimane fa

    Ok il rispetto… ma a volte bisogna pure sfogare la rabbia con qualcuno. Ci sono stati anche dei Santi che si incazzavano per giusta ragione…oppure chiunque può decidere sempre a nome di tutti per una moralità ambientale giustificata da cosa? E per conto di chi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy