Un mese e mezzo per dimostrare di essere da Fiorentina. Ma nel frattempo Piatek fa capolino

Mister Prandelli testerà Vlahovic e Cutrone nel suo nuovo modulo. Poi, con l’apertura del mercato, la decisione sull’attacco della Fiorentina

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Con Kouamé dirottato sulla fascia e Ribery nel suo ruolo naturale, saranno Vlahovic e Cutrone a contendersi il posto di terminale offensivo nel 4-3-3 (o 4-2-3-1, LEGGI le ultime dal centro sportivo) di Prandelli. Almeno fino alla gara casalinga contro il Bologna, in programma per il 3 gennaio. Poi arriverà il mercato a far luce sulle idee del mister e della società per l’attacco viola. Un mese e mezzo abbondante per trovare la quadra, altrimenti si cercherà una soluzione altrove. Otto partite di campionato più una di Coppa Italia per dimostrare al nuovo tecnico di poter diventare quella lama affilata che alla Fiorentina manca ormai da troppo tempo. Riuscirà almeno uno tra Cutrone e Vlahovic a cancellare in così poco tempo l’ultimo anno vissuto tra poche luci e tante ombre?

La tradizione di Prandelli con gli attaccanti avuti a disposizione durante la sua carriera – fra tutti Toni, Balotelli e Piatek – lascia ben sperare, ma i miracoli sono prerogativa del mondo sacro, non degli allenatori. D’altra parte, il dubbio che il calcio di Iachini e le prestazioni sottotono di qualche interprete alle loro spalle non riuscissero ad esaltare le caratteristiche di Vlahovic e Cutrone c’è. E forse è più di un dubbio. In ogni caso non ci sono alternative, perché fino all’apertura delle trattative saranno forzatamente loro due a contendersi il ruolo di centravanti. Se poi a fine anno ci dovessero essere ancora dubbi sull’apporto dei due attaccanti viola nel presente, ecco che potrebbe davvero tornare di moda quel Krzysztof Piatek già vicino alla Fiorentina e con il quale, Prandelli, ha già dimostrato di avere una certa intesa.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ritornodifiamna - 3 settimane fa

    In questo momento avevamo almeno 5 punti in più con uno così.
    Come quello che abbiamo lasciato al Atalanta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Niko74 - 3 settimane fa

    Vlahovic sbaglia i movimenti ed è sempre fuori tempo, non sa posizionarsi. Tutto si può migliorare, ma il senso della posizione è innato. A suo vantaggio c’è la giovane età, ma non si può aspettare a tempo indeterminato un attaccante che nella fiorentina dovrebbe fare almeno 18-20 goal. Per me deve imparare a partire dalla posizione giusta per puntare la porta e inserirsi con palla o senza. Con spalle alla porta non sa giocare(per adesso). Montiel lo mandava bene in porta. Speriamo che possa beneficiare della posizione di Castrovilli che credo giocherà come rifinitore dietro la prima punta con Ribery e Callejon ai lati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Larry_Smith - 3 settimane fa

    In questo avvio di stagione Piatek ha giocato da titolare due partite su sette pur militando nel modesto Hertha e segnando un solo gol. Non sarà meglio scommettere su Pedro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. BVLGARO - 3 settimane fa

    andrà in doppia cifra da qui a fine stagione. è un predestinato e sarà la fortuna di Cesare Prandelli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. damci - 3 settimane fa

    Secodo me, continuando a parlare delle possibili nuove punte a gennaio, forse alletterete un pò di tifosi ai quali piace sognae,più che vivere il presente.Sono sicuro che,facendo così danneggiate la viola,il lavoro di Prandelli e la crescita di Vlahovic,che si sentirà ancora più sotto esame e vicino alla bocciatura.Continuiamo,così,facciamoci del male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ritornodifiamna - 3 settimane fa

      Mah io credo che arrivi presto il tempo delle scelte. Anzi vanno fatte di già prima che sia troppo tardi.
      È un gioco. Dobbiamo scegliere chi gioca meglio e ora potrebbe anche andare a prendere un ragazzo della primavera e vedere…. Non si sa mai…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Viola-Purple - 3 settimane fa

    Diamo tempo al tempo, fino a questo momento non ci è chiaro se era il gioco di Iachini oppure le qualità del nostro attaccanti a non far ben figurare i nostro calciatori.
    Con Prandelli tutto questo si chiarirà, di conseguenza arriveranno i giusti correttivi.
    Il sostituto di Milenkovic sotto traccia va trovat individuato già da ora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Barsineee - 3 settimane fa

    Comunque Piatek i numeri importanti nel Genoa li ha fatti con Juric. Con Prandelli ha giocato 5 partite e ha fatto 3 goal (per carità da leccarsi le dita rispetto ai nostri) ma gli altri 16 li ha fatti con Juric!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy