L'approfondimento

Da scarto del PSG allo scudetto e le giocate in Champions: tutto su Ikoné

Alessio Crociani

 PARIS, FRANCE - OCTOBER 29: Juan Bernat of Paris Saint-Germain tackles Nanitamo Jonathan Ikone of Lille during the Ligue 1 Uber Eats match between Paris Saint Germain and Lille OSC at Parc des Princes on October 29, 2021 in Paris, France. (Photo by Justin Setterfield/Getty Images)

Il prestito al Montpellier viene esteso per un altro anno, ma Ikoné non riesce ad incidere a pieno nella sua seconda annata nel sud della Francia e a fine stagione fa ritorno al PSG dopo aver collezionato in un anno e mezzo al Montpellier 37 presenze e 3 reti. La svolta arriva nell'estate 2018, quando il Lille decide di puntare sul suo talento. Il PSG non crede più in lui e decide di privarsene per soli 5 milioni di euro.

Ikoné riesce subito a imporsi con i mastini, diventando un giocatore importante e affermandosi a suon di ottime prestazioni. Il suo apporto risulta determinante nella vittoria della Ligue 1 2020/2021 e della Supercoppa di Francia, entrambe arrivate beffando proprio il club che l'aveva ceduto a cuor leggero, il Paris Saint Germain. 150 presenze, 19 reti e 27 assist: è lo score definitivo di Ikoné con la maglia del Lille, impreziosito dalla partecipazione alla Champions e la fresca super performance in casa del Wolfsburg.

tutte le notizie di